Carburanti, prezzi alle stelle. Gasolio sfonda quota 1,6 euro al litro: top dal 2014 - quotidianomolise.com

Il Quotidiano del Molse ECONOMIA

«Una vera e propria emergenza — secondo il presidente Carlo Rienzi — contro la quale il governo resta immobile, mentre sarebbe urgente intervenire tagliando Iva e accise sui carburanti per salvare le tasche dei consumatori, sempre più impoveriti dagli effetti devastanti del caro-benzina»

Anche se nei giorni scorsi si erano allentate leggermente le tensioni sui mercati internazionali, ormai, come denunciano le associazioni dei consumatori, il prezzo del gasolio è ai massimi dal 2014. (Il Quotidiano del Molse)

Ne parlano anche altre fonti

Le cifre sono riportate dall’Unione consumatori e riguardano i dati settimanali del ministero della Transizione Ecologica che sottolinea come il prezzo del gasolio sia ai massimi dal 2014 quando svettò a 1749 euro al litro, mentre per il Gpl bisogna tornare addirittura al 3 febbraio 2014 per trovare un valore più alto, 0,844 euro al litro. (La Provincia di Biella)

In piazza, in protesta, sindacalisti, indigeni, agricoltori e diversi lavoratori per protestare contro l’aumento dei prezzi: la benzina è aumentata di oltre il 70% in poco più di un anno Nel paese la benzina è aumentata di oltre il 70% in poco più di un anno. (LaPresse)

C'è poi la strada di un accordo con i Paesi produttori di petrolio, che hanno interessi sul gas Il post pandemia. Ma andiamo per gradi: la pandemia ha provocato, tra le altre cose, una prolungata stagnazione dei prezzi di petrolio e gas. (EuropaToday)

Lo ha detto Maurizio Vallone, direttore della Dia, in occasione della cerimonia per il trentennale della Direzione investigativa antimafia, al Quirinale Milano, 29 ott. (LaPresse)

In modalità self service, infatti, la benzina ha un costo medio pari a 1,746 euro al litro, mentre il Diesel è disponibile a 1,608 euro al litro. Non accenna a fermarsi il rialzo del prezzo carburanti: fare rifornimento costa sempre di più, come non accadeva ormai da sette anni. (AutoMotoriNews)

(LaPresse) – “Gli effetti devastanti delle mafie sono attuali ancora oggi, ma forse anche più insidiosi che nel recente passato”. Lo ha detto Maurizio Vallone, direttore della Dia, in occasione della cerimonia per il trentennale della nascita della Direzione investigativa antimafia, al Quirinale (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr