La task force del terrore e gli altri segreti di Kim Jong Un

La task force del terrore e gli altri segreti di Kim Jong Un
InsideOver ESTERI

Negli anni ’90, ai tempi di Kim Jong Il, padre di Kim Jong Un, Kim Kuk Song aveva ricevuto l’ordine di raccogliere “fondi rivoluzionari” per il leader supremo, anche attraverso la vendita di sostanze stupefacenti (in teoria, vietatissime nel Paese).

Yong Chol avrebbe quindi formare una “task force del terrore” per uccidere un ex funzionario nordcoreano che aveva disertato in Corea del Sud

Il signor Kim adesso lavora per l’intelligence sudcoreana, alla quale ha svelato i segreti più reconditi del Paese governato da Kim Jong Un. (InsideOver)

Su altri media

Parte della denuncia dei disertori riguarda la separazione dalle loro famiglie, bloccate in Corea del Nord (Tokyo) Giovedì a Tokyo i disertori nordcoreani hanno simbolicamente collocato il leader Kim Jong Un sul banco degli imputati per ritenerlo responsabile dell’ex programma di rimpatrio dal Giappone, che è stato descritto come “rapimento di stato”. (BarSport.Net)

Il dittatore Kim ha voluto anche lanciare un segnale di distensione alla Corea del Sud, contraddittorio alle bellicose accuse rivolte agli Stati Uniti I principali negoziatori nucleari di Stati Uniti, Corea del Sud e Giappone si sono incontrati a Tokyo a fine settembre per esplorare come riprendere i loro sforzi per persuadere la RPDC a rinunciare alle sue armi nucleari. (Farodiroma)

(Agenzia Vista) Pyongyang, 13 ottobre 2021. Le immagini dell'esibizione trasmessa sulla Tv di Stato della Corea del Nord. Soldati spaccano mattoni con la testa e spezzano catene. (Il Mattino)

Corea del Nord, i soldati hanno la testa dura

Un'occasione, per il leader di Pyongyang, per promettere alla Nord Corea di continuare a costruire un esercito "invincibile" per far fronte a quella che ha definito la persistente ostilità americana. (Il Sole 24 ORE)

Il leader è circondato da militari, funzionari e missili balistici a corto, medio e lungo raggio, fino agli intercontinentali tra i quali si vede anche un suo enorme ritratto e l’alta e nuova uniforme militare bianca da commander-in-chief. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Bastonate sulle gambe e volteggi spettacolari a scavalcare un’auto e tubi di metallo piegati solo da due soldati con il collo. Kim, dalla tribuna, ha seguito e applaudito divertito le prove facendo dei commenti, mentre la sorella è apparsa in piedi alle sue spalle. (laRegione)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr