#curaitalia incentivi: boom di richieste a Invitalia

#curaitalia incentivi: boom di richieste a Invitalia
InvItalia InvItalia (Economia)

Quasi la metà delle domande presentate (47,8%) arriva dal Sud e dalle isole, seguono poi il Nord Italia (33,6%) e il Centro (18,4%).

Gli investimenti previsti dai progetti presentati ammontano a circa 43 milioni di euro (mentre le agevolazioni richieste sono pari a 36,3 milioni).

Su altre testate

A CHI SI RIVOLGE. Gli incentivi si rivolgono a tutte le imprese costituite in forma societaria (anche le società di persone) senza vincoli di dimensione. Gli incentivi saranno erogati sull’investimento e il capitale circolante. (InvItalia)

L’accesso all’incentivo segue una procedura valutativa a sportello gestita da Invitalia, aperta alle ore 12.00 di ieri, 26.03.2020. Sotto il profilo oggettivo sono ammissibili le seguenti due tipologie di programmi di investimento volti ad incrementare la disponibilità sul territorio nazionale di dispositivi medici e di protezione individuale:. (Euroconference NEWS)

Come avere gli incentivi per produrre mascherine. Una volta approvata la pratica, Invitalia anticipa senza garanzie il 60% della spesa. Entro trenta giorni 50% di fondo perduto, 25% di fondo perduto se l’investimento si completa entro 60 giorni. (Proiezioni di Borsa)

Sono disponibili in tutto 50 milioni di euro per sostenere le aziende che vogliono ampliare o riconvertire la propria attività per produrre ventilatori, mascherine, occhiali, camici e tute di sicurezza. (La Stampa)

Finanziamento massimo (ESL): 800mila euro Sono agevolabili anche le spese sostenute prima della domanda purchè successive al 17 marzo 2020. Domanda. (PMI.it)

Nella Gazzetta Ufficiale è stata inoltre pubblicata l’ ordinanza che detta le regole per l'attuazione e la gestione delle agevolazioni. Procedimento di valutazione. L’ammissibilità del programma è subordinata al superamento di una serie di criteri di valutazione. (Ipsoa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti