Covid Lombardia, "entro 15 giorni serviranno 900 letti terapia intensiva"

Adnkronos INTERNO

Per fine ottobre erano di 400-600 ricoveri in Terapia intensiva in Lombardia.

Durante la prima emergenza Covid-19, ricorda lo specialista, "dal 20 febbraio al 30 marzo siamo arrivati a 1.400 posti letto di terapia intensiva occupati.

Quindi "entro stasera si aprono ulteriori posti letto, succede così tutti i giorni.

La Regione nei giorni scorsi ha sollecitato gli ospedali ad accelerare con le aperture dei posti letto per malati Covid. (Adnkronos)

Su altri giornali

Poi Guccione ha concluso: «Se, addirittura, si arriva a modificare dei dati ufficiali a distanza di qualche ora è chiaro che qualcosa non torna. Dopo aver diffuso il primo in serata il dipartimento Tutela della Salute della Regione Calabria ha inviato un aggiornamento e il numero è sceso improvvisamente a dieci. (Leggo.it)

Negli ultimi sette giorni si sono registrati anche 33 morti, mentre la presenza di positivi nelle terapie intensive (Santorso e Vicenza) passa da 27 a 45 (+66%). La situazione nell’Ulss 8 Berica. 6.260 positivi dall’inizio dell’epidemia (+1839 in una settimana, +39%), 136 ricoverati in tre ospedali (33% in più in una settimana), dei quali 18 in terapia intensiva. (L'Eco Vicentino)

Quattro i posti disponibili all’interno della struttura ospedaliera che verranno soppressi. La direzione infatti, ha già predisposto il trasferimento dei pazienti. (Voce di Strada)

Sono 1.758 in più rispetto a ieri, su un totale di 18.401 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore, i nuovi positivi in regione.Martedì erano stati 1.912 su 23.700 tamponi.La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è oggi del 9,5%. (La Repubblica)

Altre regioni, con dati peggiori dei nostri sono state inoltre inserite nella zona arancione e hanno evitato - e ne sono felice - la chiusura. Non si comprendono, perciò, i criteri scientifici in base ai quali il Governo ha deciso la "vita" o la "morte" di un territorio. (Notizie - MSN Italia)

Nel reparto di Terapia Intensiva gli operatori vengono chiamati a fare straordinari su straordinari e a ricorrere spesso all’aiuto dei colleghi degli altri reparti per gestire situazioni sempre più critiche. (Cosenza Channel)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr