La Fda americana ha autorizzato i monoclonali Eli Lilly per curare i bambini under 12 che sono ad alto rischi…

La Stampa ECONOMIA

Lo rende noto l'azienda Eli Lilly sul suo sito sottolineando che «questa espansione permette a bamlanivimab ed etesevimab di essere somministrati insieme in pazienti pediatrici ad alto rischio per il trattamento del Covid-19 e per la profilassi post-esposizione».

È il primo trattamento anticorpale autorizzato per bambini e neonati, riferisce l'azienda stessa.

La Food and Drug Administration (Fda) statunitense ha ampliato l'autorizzazione all'uso di emergenza per gli anticorpi bamlanivimab ed etesevimab somministrati insieme per pazienti sotto i 12 anni. (La Stampa)

La notizia riportata su altri giornali

L’azienda che li produce, la Eli Lilly, lo ha annunciato sul suo sito facendo sapere che grazie all’autorizzazione i due anticorpi potranno essere somministrati in pazienti pediatrici ad alto rischio per il trattamento contro Covid-19. (Open)

Emerso dalla collaborazione tra Lilly e AbCellera per creare terapie di anticorpi per la prevenzione e il trattamento di Covid-19, Bamlanivimab è stato identificato da un campione di sangue prelevato da uno dei primi pazienti statunitensi guariti dal Covid-19 (Rai News)

Lo rende noto l'azienda Eli Lilly sul suo sito sottolineando che "questa espansione permette a bamlanivimab ed etesevimab di essere somministrati insieme in pazienti pediatrici ad alto rischio per il trattamento del Covid-19 e per la profilassi post-esposizione". (Sky Tg24)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr