“Il tuo conto è stato sospeso”: attenzione alla truffa sulla Postepay

SOCIAL ECONOMIA

L’egemonia di Postepay sul mercato non è stata scalfita in maniera importante ma la concorrenza ha “forzato” la mano ed ha incentivato il miglioramento dei sistemi di sicurezza.

E’ il caso dei sistemi di pagamento come possono essere le carte prepagate/di debito che nell’ultimo decennio hanno avuto una nuova diffusione che ha portato a pressochè ogni banca ad adattarsi e fornire sempre più carte che permettono di utilizare la moneta elettronica senza particolari vincoli. (SOCIAL)

Su altre testate

Alla comunicazione devono stare attenti i clienti della banca Intesa Sanpaolo. La truffa tramite email di banca Intesa Sanpaolo. Come possiamo immaginare, l’azione dei criminali è finalizzata ad avere l’accesso ai conti. (CheNews.it)

Qualora si incappasse in messaggi di questo tipo, mai cliccare su tali link ma contattare immediatamente il proprio consulente bancario I clienti di Intesa Sanpaolo presi di mira da un tentativo di phishing via mail. (ContoCorrenteOnline.it)

Inoltre, è stato inviato in maniera totalmente random anche a soggetti che non possiedono un conto presso la Banca UniCredit. Attenzione a questo messaggio molto pericoloso che tanti stanno ricevendo a nome di una nota banca (Proiezioni di Borsa)

PostePay, la mail falsa che annuncia il conto bloccato: come riconoscere la truffa per evitare che svuotino il vostro conto. Nuova truffa cui fare molta attenzione per i clienti Poste Italiane, in particolare per chi possiede un conto aperto con la carta prepagata PostePay. (Vesuvius.it)

Purtroppo ancora una volta l'esito di queste truffe online risulta sempre spiacevole: l'obiettivo dei cybercriminali è quello di svuotare il conto corrente della vittima. Nondimeno, sono in molti a essere caduti nella nuova trappola con conseguente perdita di denaro che per alcuni ha voluto dire trovarsi con il conto corrente in rosso. (Telefonino.net)

Ovviamente Intesa Sanpaolo ha sottolineato di non avere nulla a che fare con questo messaggio, ribadendo il fatto che sia impossibile ricevere comunicazioni bancarie del genere per email. 29 novembre 2021 a. (LiberoQuotidiano.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr