Tronchi a rischio caduta, chiuso l'accesso alla Cascata del Pesegh

Tronchi a rischio caduta, chiuso l'accesso alla Cascata del Pesegh
Varesenews Varesenews (Esteri)

Quindi “dato atto che è stato appurato che in sommità al punto di caduta dell’acqua della cascata vi è un insieme di tronchi di alberi -si legge nell’ordinanza- che potrebbero cadere al suolo nelle immediate vicinanze della cascata, provocando possibili danni ai visitatori del percorso naturalistico […] si è giunti alla conclusione di ritenere necessario chiudere l’area in prossimità della cascata del Pesegh, nel tratto in cui i tronchi potrebbero schiantarsi al suolo creando possibili pericoli per gli utenti“.

Ne parlano anche altre fonti

La famiglia dell'adolescente scomparsa 37 anni fa non ha mai smesso di cercarla. La vicenda di Emanuela Orlandi è uno di quei misteri italiani non ancora risolti. (Sputnik Italia)

Ora voglio mettermi al servizio della città insieme a Silvia. Da quel contesto, Emanuela Orlandi, imprenditrice nel settore ortofrutticolo a Civitanova, è uscita a fine 2019. (il Resto del Carlino)

La famiglia fa analizzare di nuovo i resti del cimitero vaticano (Di sabato 1 agosto 2020) La famiglia di Emanuela Orlandi non si fida della versione ufficiale vaticana. Il Secolo d'Italia Emanuela Orlandi, famiglia affida incarico per esami sulle ossa trovate nel cimitero Teutonico: «Fugare ogni dubbio». (Zazoom Blog)

Sulla A8 Milano-Varese, per consentire lavori di manutenzione delle barriere di sicurezza, previsti in orario notturno, a ridotta circolazione di veicoli, dalle 22:00 di lunedì 3 alle 5:00 di martedì 4 agosto, sarà chiuso il tratto compreso tra Castellanza e Busto Arsizio, in entrambe le direzioni, verso Varese e in direzione di Milano. (Varesenews)

Ma il titolare del Sempre Pronto, Gianpiero Matichecchia, non demorde: «Contesterò anche questo verbale. La replica. «Giovedì riapriamo» annuncia Gianpiero Matichecchia, titolare del Sempre Pronto, facendo buon viso all’ordinanza di chiusura. (malpensa24.it)

Proprio ad agosto del 2019 si era svolta, in fretta e furia, neanche 48 ore, la perizia ordinata dal tribunale vaticano, che aveva portato ad un nulla di fatto. Condividi questo articolo. La famiglia di Emanuela Orlandi, a 37 anni dal dramma per la sparizione della ragazza, non si arrende e dichiara guerra al Vaticano. (La Voce Delle Voci)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr