Accordo su Open Fiber: Enel esce per 2,65 miliardi. Entra Macquarie per 2,12 miliardi e sale Cdp per 530 milioni

La Stampa ECONOMIA

La vendita a Macquarie Asset Management del 40% prevede un corrispettivo di 2,12 miliardi, inclusivo del trasferimento dell'80% della porzione Enel del prestito soci (shareholders’ loan) concesso a Open Fiber, compresi gli interessi maturati.

Il contratto relativo alla cessione a Cdp Equity del 10% prevede a sua volta un corrispettivo di 530 milioni, anche in questo caso comprensivo del prestito soci e degli interessi. (La Stampa)

Su altri giornali

A tal proposito, Starace ha reso noto che l’attuale Amministratore Delegato di Open Fiber, Elisabetta Ripa, lascerà l’azienda e sarà sostituita da uno dei tre consiglieri espressi da Enel, ovvero Francesca Romana Napolitano. (MondoMobileWeb.it)

Piano aree grigie, scartato il modello a concessione. Riguardo al piano aree grigie Infratel, la in house del Mise guidata da Marco Bellezza, punta a pubblicare entro la fine dell’estate la nuova mappatura per mandare avanti le gare e quindi accedere ai fondi previsti dal Recovery Plan. (CorCom)

Il conferimento di Dati Personali non contrassegnati da un asterisco o altrimenti contrassegnati come obbligatori è meramente facoltativo e il mancato, parziale o inesatto conferimento di tali Dati Personali non comporta alcuna conseguenza. (Trapani Oggi - Notizie di cronaca, politica, attualità Trapani)

(askanews) - Un punto di svolta per il dossier della rete unica dopo quasi un anno dalla firma del MOU tra Tim e CdP. Il contratto relativo alla cessione a Cdp Equity del 10% del capitale di Open Fiber, invece, prevede un corrispettivo di 530 milioni di euro. (Tiscali.it)

Così Enel esce da Open Fiber. Così Enel spiega i dettagli dell'operazione, ufficializzando al contempo le nuove parti acquirenti:. il contratto relativo alla cessione a Macquarie Asset Management del 40% del capitale di Open Fiber prevede un corrispettivo di 2.120 milioni di euro, inclusivo del trasferimento dell'80% della porzione Enel dello “shareholders’ loan” concesso ad Open Fiber, comprensivo degli interessi maturati. (Punto Informatico)

Elisabetta Ripa, alla quale va un grosso ringraziamento peri risultati ottenuti con tutta la struttura di Open Fiber, lascia l'azienda e il ruolo di ad sarà ricoperto da uno dei tre consiglieri espressi da Enel, l'avvocato Francesca Romana Napolitano. (ilmessaggero.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr