Mediobanca: Caltagirone sale al 2,88%, opzioni fino al 5% - FINANZA.COM

Mediobanca: Caltagirone sale al 2,88%, opzioni fino al 5% - FINANZA.COM
Finanza.com ECONOMIA

Tuttavia le mosse di Caltagirone e Del Vecchio sostengono il titolo, che tratta su valutazioni attraenti e con fondamentali solidi

Alessandra Caparello 21 luglio 2021 - 12:20. MILANO (Finanza.com). In base alle comunicazioni Consob, Francesco Gaetano Caltagirone ha aumentato la sua partecipazione in Mediobanca dall’1% di inizio marzo al 2,88%, a cui si aggiunge un 2,175% in opzioni, portando la partecipazione complessiva al 5.055%. (Finanza.com)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Stando a quando reso noto ieri dall'Autorita', l'imprenditore romano deteneva il 2,88% dell'istituto di Piazzetta Cuccia in azioni e altre opzioni per una partecipazione complessiva di circa il 5%. Mediobanca: Caltagirone esercita prime opzioni, ora ha il 3% del capitale (RCO). (Il Sole 24 ORE)

Continua il rimbalzo sulle Borse Ue, Mediobanca su dopo mossa Caltagirone. Continua a leggere. OCCHI SU MEDIOBANCA. A Milano si guarda con attenzione al titolo Mediobanca in rialzo dello 0,9% dopo la comunicazione della Consob su Francesco Gaetano Caltagirone che aumenta la sua quota di quasi il 3% puntando al 5,055% (Yahoo Finanza)

Lo si apprende dalle ultime rilevazioni Consob sulle partecipazioni rilevanti, secondo cui la quota è detenuta dall’imprenditore attraverso le società controllate Istituto Finanziario 2012, Capitolium, Mantegna 87 e Calt 2004 (Il Cittadino on line)

Generali: le possibili implicazioni sulla governance dopo i recenti acquisti di Caltagirone in Mediobanca

Stando alle comunicazioni della Consob, la quota e' composta da un pacchetto del 2,88% in azioni e da un altro del 2,175% in opzioni. Al momento il titolo sale dell'1,2% a 9,648 euro per azione, dopo essere arrivato a un massimo di giornata di 9,658 euro. (Borsa Italiana)

Negli Usa i prezzi scendono i rendimenti crescono, con il Treasury decennale che alza il tasso a 1,29% Fra le materie prime perde razionalmente terreno l’oro, che scende dello 0,45% a 1802,4 dollari l’oncia. (Notizie - MSN Italia)

"Questa mossa, se si dovesse concretizzare - commentano gli analisti di Equita - sarebbe un chiaro segnale di sfiducia da parte dei grandi soci privati di Generali, che contesterebbero al Ceo una crescita dimensionale della compagnia (anche attraverso acquisizioni) troppo lenta" (Finanza.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr