Afghanistan: lite per il potere tra i gruppi di talebani al governo di Kabul - PRIMAPRESS.IT

Afghanistan: lite per il potere tra i gruppi di talebani al governo di Kabul - PRIMAPRESS.IT
Più informazioni:
PrimaPress ESTERI

Conquistato l'Afghanistan, i talebani stanno facendo i conti con le decine di gruppi che hanno consentito di impossessarsi del territorio dopo l'abbandono da parte delle truppe USA.

La partenza dall'Afganistan sarebbe da imputare alla lite con il ministro Haqqani,giudicato "troppo combattente" da Baradar che avrebbe preferito più diplomazia.

(PRIMAPRESS) - AFGHANISTAN - Si fa presto a dire potere ma governarlo è decisamente più difficile. (PrimaPress)

Se ne è parlato anche su altre testate

(Washington) Martedì i senatori democratici statunitensi hanno schiacciato l’attuazione “fatalmente imperfetta” del ritiro dall’Afghanistan da parte del governo di Joe Biden, durante un’audizione con il capo della diplomazia Anthony Blinken, che sta già affrontando pesanti critiche da parte dei repubblicani. (BarSport.Net)

La nazionale femminile fugge in Pakistan. Il vice primo ministro, che ha firmato l’accordo di Doha alla base del ritiro americano, ritiene necessario premiare figure che hanno mostrato capacità di negoziare e hanno un approccio diplomatico. (Quotidiano di Sicilia)

Per controllare che nessuno prenda di più, i talebani tengono liste dei clienti idonei giorno per giorno. Tra queste, il ritorno delle classi divise per genere l’obbligo di abaya (tunica coprente) e niqab per le studentesse. (Open)

Usa. Blinken di fronte al giudizio del Congresso

L'annuncio arriva la settimana dopo la riapertura degli atenei privati, in cui sono però state; le università pubbliche riprenderanno le lezioni solo dopo le modifiche ai piani di studio, probabilmente entro la fine della settimana. (Rai News)

Bisogna innanzitutto vedere caso per caso chi sono i collaboratori, come dicevo prima. Visto che abbiamo voluto o dovuto abbandonare l’ambasciata di Kabul e l’abbiamo aperta in Qatar, vuol dire che c’è un dialogo in corso (Il Sussidiario.net)

I talebani hanno ora accesso allo 0,2% delle riserve internazionali della banca centrale afghana, con circa 9 i miliardi di dollari congelati all’estero, la maggior parte dei quali negli Stati Uniti. Due volte tanto quanto richiesto dall’ONU per scongiurare una carestia che avrebbe colpito circa un terzo della popolazione afghana entro fine anno. (Notizie Geopolitiche)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr