Covid, Istat disegna mappa del virus: nel 2020 più morti del dopoguerra

Quotidiano.net INTERNO

Rispetto al 2020, poi, si è registrato un ulteriore calo in termini percentuali dei contagi registrati nella popolazione molto anziana (80 anni e più) e un abbassamento dell'età dei casi segnalati

Fra le regioni, a riportare aumenti significativamente più alti sono Piemonte, Valle D'Aosta, Lombardia e la Provincia autonoma di Trento.

Secondo l'Istituto, il rischio di decesso per Covid si riduce del 95% a partire dalla settima settimana dopo la somministrazione della prima dose di vaccino. (Quotidiano.net)

Su altre fonti

Ad evidenziarlo è il rapporto dell’Istituto nazionale di statistica (Istat) e Istituto superiore di sanità (Iss) sull’impatto del Covid in Italia, secondo il quale nell’anno della pandemia sono stati registrati complessivamente 746’146 decessi, 100’526 in più rispetto alla media 2015-2019 (15,6% di eccesso). (Corriere del Ticino)

Lo ha rilevato l'Istat che ha diffuso i dati relativi al report 'Spese per consumi delle famiglie' . La spesa media mensile è stata di 2.083 euro a fronte dei 2.193 euro del 2019. (IlPescara)

Rispetto al 2020 si è registrato un ulteriore calo in termini percentuali dei contagi registrati nella popolazione molto anziana (80 anni e più) e un abbassamento dell'età dei casi segnalati. Una vittima su 5 nella fascia d'età 65-79 anni è dovuta al Covid-19, in prevalenza uomini. (Fanpage)

Covid: nel 2020 mortalità più alta dal Dopoguerra. Dati pesanti per il Trentino

2' di lettura. In tempo di Covid cala del 9% la spesa delle famiglie. Nel primo trimestre spesa famigliq a -3,4%. La spesa media mensile nel primo trimestre del 2021 diminuisce del 3,4% rispetto allo stesso trimestre del 2020, per gli effetti persistenti della crisi sanitaria, rileva l’Istat in base alle stime preliminari. (Il Sole 24 ORE)

La stima del contributo dei decessi Covid-19 alla mortalità generale conferma come l'impatto sia più marcato nel genere maschile. (Photo by ANDREAS SOLARO/AFP via Getty Images). Nel 2020 la mortalità in Italia è stata la più alta mai registrata dal Dopoguerra in poi. (Yahoo Notizie)

Considerando le variazioni nei tassi standardizzati di mortalità, poi, la mortalità ha registrato nel 2020 un aumento del 9%, rispetto alla media del quinquennio 2015-2019; le regioni che riportano aumenti significativamente più alti sono Piemonte, Valle D'Aosta, Lombardia e la Provincia autonoma di Trento. (Trentino)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr