Ripartenza, Intesa: "L'industria del mobile è oltre i livelli pre-Covid"

Ripartenza, Intesa: L'industria del mobile è oltre i livelli pre-Covid
La Repubblica ECONOMIA

Le imprese medio-grandi sono le maggiori protagoniste della ripresa in corso e sono in forte ripresa sia le vendite sul mercato interno sia le esportazioni.

"L'avanzo commerciale di questi primi sei mesi ha raggiunto quota 4,1 miliardi e potremmo superare gli 8 miliardi nell'intero anno, battendo il record storico del 2001", spiega De Felice.

"La dinamica attesa degli investimenti è piuttosto positiva, dopo un 2020 negativo, e le imprese più grandi possono superare i livelli del 2019", afferma De Felice, evidenziando che sta crescendo l'attenzione delle imprese verso l'ambiente

E' quanto emerge dallo studio "L'industria italiana del mobile: sfide e opportunità di crescita" condotto e presentato da Gregorio De Felice, chief economist di Intesa Sanpaolo intervenuto oggi all'evento "Il Salone del mobile di Milano (La Repubblica)

Su altri media

Produzione industriale: +7 per cento in un anno: supera anche livelli pre-covid. Condividi. A luglio 2021 l'Istat stima che l'indice destagionalizzato della produzione industriale aumenti dello 0,8% rispetto a giugno. (Rai News)

Su base annua l'aumento della produzione industriale è del 4%. Va meglio la Gran Bretagna la cui produzione industriale a luglio è salita del +1,2% con un +3,8% annuo (Milano Finanza)

Recuperano le esportazioni, le quali nei primi sei mesi del 2021 superano del 4,1% il corrispondente livello del 2019, facendo meglio di Germania (+1,2%) e Francia (-7,0%). Nonostante le difficoltà del lavoro autonomo, le micro e piccole imprese rimangono protagoniste della domanda di lavoro (Il Sussidiario.net)

La produzione industriale italiana cresce oltre le attese a luglio

Se non sei abbonato e vuoi continuare a leggere la notizia che ti ha portato fin qui, attiva la prova gratuita. Per sette giorni puoi navigare liberamente e sperimentare tutte le opportunità del sito. (Siderweb)

Secondo i dati duffusi oggi dall'Istat l'indice destagionalizzato della produzione industriale è cresciuto dello 0,8% rispetto a giugno. In termini tendenziali crescono in misura particolarmente marcata i beni intermedi (+11,9%) e con minore intensità i beni strumentali (+7,0%) e quelli di consumo (+5,1%) (la Repubblica)

Corretto per gli effetti di calendario (i giorni lavorativi di calendario sono stati 22 contro i 23 di luglio 2020) l’indice complessivo aumenta in termini tendenziali del 7,0%. In generale è solida la ripresa della meccanica, con l’unica eccezione dei mezzi di trasporto, in crescita al di sotto della media (Il Sole 24 ORE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr