Smart working, i giorni di lavoro da remoto contano come lavoro dall’estero?

Informazione Fiscale ECONOMIA

La retribuzione convenzionale relativa al mese di febbraio 2020 deve essere riparametrata sulla base del trasferimento in Italia del dipendente.

Il reddito prodotto dal lavoratore mentre lavorava in smart working dall’Italia deve essere rideterminato, ai sensi dei commi da 1 a 8 dell’articolo 51, del TUIR

398”. Il reddito da lavoro dipendente prestato all’estero è quindi assoggettato a tassazione, che ha come base imponibile la retribuzione convenzionale fissata dal decreto del Ministero del lavoro e delle Politiche Sociali. (Informazione Fiscale)

Se ne è parlato anche su altre testate

Si considerano percepiti nel periodo d'imposta anche le somme e i valori in genere, corrisposti dai datori di lavoro entro il giorno 12 del mese di gennaio del periodo d'imposta successivo a quello cui si riferiscono. (Ipsoa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr