Detrazione spese sanitarie: la ripartizione in quattro anni è irrevocabile

Il Sole 24 ORE ECONOMIA

Nel 2019 mia moglie ha sostenuto spese sanitarie superiori a 15.493,71 euro e, pertanto, ha scelto di ripartire la detrazione in quattro quote annuali, in quanto aveva un reddito da quadro B di 5mila euro.

Nel 2020 mia moglie è diventata fiscalmente a mio carico.

Consulta L'Esperto risponde per avere accesso a un archivio con oltre 200mila quesiti, con relativi pareri

Chiedo se per gli anni 2020, 2021 e 2022 posso detrarre io le tre quote restanti. (Il Sole 24 ORE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr