In Serbia anche stranieri e turisti possono fare il vaccino. E chi lo vuole può scegliere tra 5 diversi sieri

Il Fatto Quotidiano INTERNO

Non è necessario essere residenti e nemmeno possedere un permesso di soggiorno.

E dopo avere dato esplicitamente il proprio consenso si riceverà una conferma di registrazione “tramite SMS ed e-mail, che include anche una notifica che determinati dati si possono modificare in un secondo momento”.

Poi viene richiesto all’utente se abbia o meno patologie specifiche, e se “non si può uscire di casa a causa di problemi di salute”. (Il Fatto Quotidiano)

La notizia riportata su altri giornali

“Per vaccinarsi in Italia, tutti i connazionali regolarmente iscritti al Sistema Sanitario Nazionale potranno essere progressivamente inclusi nelle campagne di vaccinazione realizzate in Italia. La Serbia, infatti, sottopone alla vaccinazione anche gli stranieri con la possibilità di scegliere tra vaccini Pfizer, Sputnik V, Sinopharm, AstraZeneca e Moderna. (L'HuffPost)

Il vaccino è gratuito anche in Serbia per gli stranieri, la stessa organizzazione che ha promosso Cuba con il suo vaccino Soberana a partire dall’estate Dopo aver vaccinato rapidamente anziani e fragili, hanno incoraggiato le somministrazioni agli imprenditori e in generale alle categorie produttive per favorire la ripresa dell’economia”. (Il Riformista)

Sono centinaia le chiamate e le mail ricevute negli ultimi giorni dal Consolato serbo a Milano. (COVID: TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEL CONTAGIO - QUANDO MI VACCINO?) (Sky Tg24 )

Un caso unico nella regione che al contrario contava sulle scorte in più acquistate dall’Ue e promesse da Bruxelles agli Stati dei Balcani, e sul Covax, il meccanismo dell’Oms che garantisce l’accesso ai vaccini per i Paesi a medio e basso reddito, di cui l’Europa è uno dei principali donatori. (Il Manifesto)

Stesso iter per la seconda dose, che dà il diritto a ricevere il certificato vaccinale da fare poi registrare in Italia. Nel modulo online si inseriscono i propri contatti sms e e-mail, si sceglie il siero preferito e si attendere di ricevere la data e l’orario dell’appuntamento. (Imola Oggi)

Sì, e si può scegiere tra Pfizer, Moderna, Astrazeneca, Sinovac o Sputnik. Ue: «Fornitura Covax a Serbia è segno di solidarietà». «Un nuovo, ammirevole segno di solidarietà globale da parte di Covax la scorsa notte». (ilmessaggero.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr