Coronavirus in Lombardia, i dati di mercoledì 9 giugno

Coronavirus in Lombardia, i dati di mercoledì 9 giugno
MyValley.it INTERNO

I nuovi positivi in provincia di Bergamo sono 22; in provincia di Brescia 52.

L’incidenza per 100.000 abitanti negli ultimi 7 giorni è pari a 22.

I ricoverati in terapia intensiva sono 143 (2 in meno rispetto a ieri), negli altri reparti 754 (63 in meno)

Coronavirus in Lombardia, i dati di mercoledì 9 giugno. Incidenza di nuovi positivi al coronavirus allo 0,7% e ricoverati per Covid ancora in calo in Lombardia. (MyValley.it)

Se ne è parlato anche su altri media

I dati di giovedì 10 giugno:. – i tamponi effettuati: 35.696 (di cui 20.658 molecolari e 15.038 antigenici) totale complessivo: 10.994.844. – i nuovi casi positivi: 352 (di cui 19 ‘debolmente positivi’). (BergamoNews.it)

Nella giornata di giovedì 10 giugno in Lombardia diminuiscono i ricoverati nelle terapie intensive (- 13) e le normali ospedalizzazioni (-33). Con 35.696 effettuati sono 352 i nuovi positivi nelle ultime 24 ore, con un rapporto positivo/tamponi allo 0,9. (BresciaToday)

I nuovi casi Covid quotidiani sono passati dai 4.483 di inizio aprile ai 322 di ieri e i decessi quotidiani da 127 a 10. Per tre settimane (l’ultimo monitoraggio sarà quello di domani) la Regione ha avuto parametri da zona bianca, quindi lunedì sarà confermato il passaggio. (Corriere Milano)

Lombardia, scendono ancora i ricoveri. I nuovi positivi sono 352, a Bergamo 28

Da lunedì 28 giugno la seconda dose della vaccinazione anti-Covid sarà infatti proposta dal portale per la prenotazione di Regione Lombardia. A fine mese scatterà una nuova possibilità per i lombardi, inerente alla seconda dose. (IL GIORNO)

Diminuiscono, in Lombardia, i ricoverati in terapia intensiva: -13 (dove in totale ci sono 130 persone). In discesa anche il numero dei ricoverati non in terapia intensiva: -33 (721). (Corriere Bergamo - Corriere della Sera)

Lombardia, scendono ancora i ricoveri. A fronte di 35.696 tamponi effettuati, sono 352 i nuovi positivi (0,9%). (L'Eco di Bergamo)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr