21:45 Covid: in arrivo la nuova fornitura di vaccini Sputnik

21:45 Covid: in arrivo la nuova fornitura di vaccini Sputnik
San Marino Rtv INTERNO

Sono a Bologna in attesa di raggiungere San Marino le nuove dosi del vaccino Sputnik destinate alla Serenissima, per completare, sembra, il piano vaccinale messo in campo dell'Istituto di Sicurezza sociale.

Ufficialmente nulla trapela, ma sembra che i vaccini possano essere in un numero sufficiente da coprire il fabbisogno sammarinese.

Si parla di circa 35 mila dosi, alle quali potrebbero seguire nuove forniture

Come annunciato a fine marzo dal Direttore Generale Alessandra Bruschi. (San Marino Rtv)

La notizia riportata su altri giornali

I vaccini, giunti scortati dalle Forze dell’Ordine, sono poi stati subito caricati dal personale ISS negli appositi frigoriferi, uno dei quali acquistato nelle settimane scorse dall’Istituto proprio in previsione dell’arrivo delle 37mila dosi di vaccino anti Covid. (San Marino Rtv)

Reuters aveva riferito che alcuni dei partecipanti avevano dichiarato di essere stati sotto pressione dai loro superiori. L’Agenzia europea per i medicinali (Ema) avvierà la prossima settimana un’indagine per verificare se i test clinici del vaccino russo Sputnik V abbiano violato gli standard etici e scientifici. (L'HuffPost)

L'Università di Ferrara prende parte alla sperimentazione sull'efficacia del vaccino russo Gam-Covid-Vac, il cosiddetto Sputnik V, insieme all'Istituto per la Sicurezza Sociale (Iss) di San Marino e all'Istituto Spallanzani di Roma. (AltaRimini)

Vaccini, Russia attacca Slovacchia: Su Sputnik V atto di sabotaggio

Intanto nella notte sono arrivate oltre 35 mila dosi di Sputnik, tra prima e seconda dose Infine, sono 437 le persone seguite al domicilio. (San Marino Rtv)

DUE GRUPPI AL LAVORO. . Nel frattempo, però, l’università si sta muovendo anche su un altro fronte. Da inizio marzo Ema ha avviato un percorso di revisione continua (“rolling review”) per “Sputnik V”, che conferma l’interessamento dell’agenzia (La Nuova Ferrara)

L’account Twitter ufficiale del vaccino Sputnik V ha scritto che il regolatore dei farmaci della Slovacchia “in violazione del contratto esistente e in un atto di sabotaggio” ha testato Sputnik V “in un laboratorio che non fa parte della rete ufficiale dei laboratori di controllo dei medicinali dell’Ue”. (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr