“Signora siamo della banca si colleghi al sito” e scatta la truffa da 1500 euro

“Signora siamo della banca si colleghi al sito” e scatta la truffa da 1500 euro
Rieti Life ECONOMIA

Ottenute userid e password è stato semplice per loro accedere al conto on line della donna ed effettuare un bonifico di 1.500,00 euro su un conto corrente riconducibile ad uno dei due.

Nel caso di un semplice tentativo o mero sospetto di tentativo truffa con analogo modus operandi, si suggerisce di contattare il proprio istituto bancario e le forze di polizia

Con modi persuasivi e gentili sono riusciti a convincerla a collegarsi, tramite un link inviatole in un messaggio SMS sul telefono, ad un sito internet con la veste grafica molto simile a quella autentica della banca e ad inserire le proprie credenziali. (Rieti Life)

Se ne è parlato anche su altri giornali

In questo messaggio viene chiesto di aggiornare le credenziali bancomat, che sono a rischio. Bancomat, attenti alla truffa del falso prelievo. Altra situazione in cui si deve prestare la massima attenzione è quando si mettono in vendita oggetti online tramite siti quali subito. (Consumatore.com)

Ancora nuovi tentativi di truffa, «attenzione a chi chiede dati bancari al telefono»

«Mi è comparso nella cronologia della chat con la banca un messaggio che mi chiedeva di modificare le mie credenziali – racconta una signora vittima di questa frode – . Tentativo di truffa segnalato da una correntista: «Non ho mai dubitato che fosse la banca». (L'Eco di Bergamo)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr