Malattie reumatiche, cura personalizzata solo con la diagnosi precoce

La Repubblica SALUTE

Una situazione non più sostenibile, riferiscono gli esperti della Società italiana di reumatologia (Sir) riuniti a congresso a Rimini, perché oggi esistono terapie che, somministrate nelle giuste tempistiche, sono in grado di rallentare se non addirittura interrompere o prevenire il danno permanente

Condizioni spesso dolorose e invalidanti, aggravate da una difficoltà di diagnosi che in casi non rari arriva dopo anni, al punto tale che il 40% dei pazienti è costretto a lasciare il lavoro. (La Repubblica)

Su altre fonti

Diagnosi precoce vuol dire dunque evitare la cronicità, puntare a una vita più normale possibile, con grande vantaggio per la sostenibilità del Servizio Sanitario Nazionale” Fondamentali per misurare il successo delle operazioni di diagnosi precoce sul territorio, devono essere il monitoraggio e la valutazione dei processi e degli esiti. (PharmaStar)

I problemi legati alla prescrizione per i pazienti devono essere superati, in virtù dell’interesse superiore che tutti dobbiamo avere per la loro salute», sottolinea Roberto Gerli presidente nazionale Diagnosi precoci, terapie personalizzate, accesso alle cure. (HealthDesk)

Purtroppo è ancora in attesa di aggiornamento invece il Piano Nazionale Cronicità, comunque non recepito integralmente a livello regionale. Fondamentali per misurare il successo delle operazioni di diagnosi precoce sul territorio, devono essere il monitoraggio e la valutazione dei processi e degli esiti. (PharmaStar)

Si tratta di oltre 500mila uomini e donne per i quali la patologia è particolarmente dolorosa ed invalidante. – ROMA, 25 NOV – In Italia la metà dei pazienti con fibromialgia, malattia reumatica che si caratterizza per un forte dolore muscolo scheletrico diffuso, ne soffre in forma grave o molto grave. (Corriere Quotidiano)

“Abbiamo voluto realizzare uno strumento fondamentale per pazienti, medici e istituzioni – afferma il prof. Roberto Gerli, Presidente Nazionale SIR -. Il 58° Congresso Nazionale della SIR vede la partecipazione di oltre 1.500 specialisti e 100 relatori da tutta Italia. (Today)

Diagnosi precoce vuol dire dunque evitare la cronicità, puntare a una vita più normale possibile, con grande vantaggio per la sostenibilità del Servizio Sanitario Nazionale” Si tratta di una condizione intollerabile per il paziente, con una forte ricaduta sui costi per la comunità. (insalutenews)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr