Moto 2, GP di Aragon (Spagna): la gara LIVE

Moto 2, GP di Aragon (Spagna): la gara LIVE
Per saperne di più:
Sky Sport SPORT

Nessuna contemporaneità con la gara della Formula 1, impegnata alle 15 a Monza (diretta su Sky Sport F1). GRIGLIA DI PARTENZA: MOTOGP - FORMULA 1

La giornata di Aragon si chiuderà con la MotoGP alle 14.

Dennis Foggia (Leopard) ha vinto in Moto3 davanti a Oncu e Sasaki.

Scatta la gara della Moto2, con Lowes in pole.

Le gare delle tre classi tutte in diretta su Sky Sport MotoGP (canale 208).

(Sky Sport)

Se ne è parlato anche su altri media

Il pilota del team Gresini ha fermato il cronometro sul tempo di 1’59”131, 64 millesimi meglio di Filip Salac. Con una zampata all’ultimo secondo, Gabri Rodrigo si è preso la soddisfazione di terminare davanti a tutti il primo turno di prove libera ad Aragon. (GPOne.com)

Anche Jeremy Alcoba ha iniziato il nuovo GP in salita, solo 26esimo, a differenza del suo compagno di squadra Rodrigo. L’argentino ha staccato di 64 millesimi Filip Salac e di 99 il miglior italiano, Niccolò Antonelli. (Motosprint.it)

Gran recupero del suo diretto avversario in classifica, Guevara, dopo un primo turno sottotono (nella combinata si è poi piazzato al secondo posto) a dimostrazione dicome in Moto3 non ci sia mai nulla di scontato. (Sky Sport)

FP2 Moto3, Oncu il migliore, poi Guevara. 7° Antonelli

Terzo è Niccolò Antonelli, il migliore dei nostri in quest’ultima sessione prima della gara. Il resoconto anche dei turni Moto2 e Moto3, scattati in ritardo per nebbia. (Corse di Moto)

Il centauro de Team Leopard si è messo dietro Romano Fenati (Max Racing), autore di una buona sessione in cui ha mostrato un discreto passo gara. L’argentino precede il ceco Filip Salac (Prüstel GP) e Niccolò Antonelli (Esponsorama), il migliore tra i nostri connazionali. (OA Sport)

Tre gli italiani nella top-14 della combinata dei tempi. È Deniz Oncu a svettare ad Aragon dopo il miglior tempo di Rodrigo in mattinata. Nella seconda sessione di libere il turco della Ktm precede lo spagnolo del team Aspar e Darryn Binder. (La Gazzetta dello Sport)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr