Viabilità San Giovanni, le modifiche promesse da Raggi non si vedono: “Il cantiere va fermato”

Viabilità San Giovanni, le modifiche promesse da Raggi non si vedono: “Il cantiere va fermato”
RomaToday INTERNO

Il progetto di modifica della viabilità a San Giovanni continua a dividere.

Dopo un fine settimana trascorso tra le polemiche dei cittadini, incolonnati su via La Spezia, via Taranto e sulle restanti strade del quartiere, Raggi aveva promesso dei cambiamenti.

Forse non è un caso che, la revisione “dell’intero progetto” non sia arrivata anche perchè il presidente della commissione Mobilità fa parte della cosiddetta “fronda” interna al Movimento 5 stelle

Il tema è stato affrontato in una seduta della commissione trasparenza del Municipio VII. (RomaToday)

Se ne è parlato anche su altre testate

De Vito, con le firme dei consiglieri sotto al braccio, si è recato dal Prefetto Piantedosi rivendicando la decisione dell’Aula: «Una denuncia? La mozione, sostenuta anche dal presidente del Consiglio comunale Marcello de Vito del M5s, ha ricevuto la maggioranza con 21 voti a favore, 19 contrari e un astenuto. (leggo.it)

Roma vuole rivestire un ruolo di primo piano, ponendosi all’avanguardia della rivoluzione sociale ed economica che sta investendo l’intero pianeta. Un new deal post-Covid può diventare la chiave della ripartenza del Paese dopo la pandemia se saremo in grado di applicare un nuovo paradigma. (ilmessaggero.it)

Ma il segreto c’è, per ora è invisibile e si chiama periferie: nei quartieri popolari della capitale la sindaca ha investito, ha operato una miriade di micro-interventi e soprattutto ha coltivato l’immagine di eroina anti-Palazzo. (La Stampa)

Palestre chiuse, la Sindaca lancia l’appello: “il governo le aiuti”. Secca la replica: “Raggi, è un anno che ne parliamo”

Piovono grane per le amministrazioni di Lazio e di Roma, le cui sorti per diversi motivi (non tutti dipendenti dai protagonisti della vicenda) risultano incrociate più che mai. INNANZITUTTO IL LAZIO, che ha ritrovato il suo presidente a tempo pieno in Nicola Zingaretti ma registra le dimissioni del presidente del consiglio Marco Buschini, anch’esso esponente del Pd. (Il Manifesto)

La richiesta arriva direttamente dalla sindaca a margine d’un sopralluogo in una palestra della Tuscolana. La richiesta della Sindaca. “Giulia mi ha scritto qualche settimana fa su Facebook per raccontarmi la sua storia- ha spiegato la Sindaca - Per questo ho voluto incontrarla. (RomaToday)

Delicati equilibri. La tenuta della maggioranza, quindi, si gioca su delicati equilibri Tra loro anche i 4 dissidenti, Stefano, Iorio, Terranova e Sturni, formalmente dentro il Movimento, ma nei fatti e nelle parole contro la ricandidatura della sindaca Raggi. (RomaToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr