A chi spettano i contributi a fondo perduto del decreto Agosto?

Proiezioni di Borsa ECONOMIA

A chi spettano i contributi a fondo perduto del decreto Agosto?

Quindi, in definitiva, si tratta di coloro che, per qualche ragione oggettiva, siano stati esclusi dai contributi a fondo perduto stanziati precedentemente

Il provvedimento del 27 luglio emanato dal Governo, il cosiddetto decreto Agosto, ha previsto ulteriori contributi a fondo perduto.

Quindi, sulla base dei chiarimenti forniti, vediamo a quali soggetti sono destinatari dei contributi a fondo perduto del decreto Agosto e come calcolarne l’ammontare. (Proiezioni di Borsa)

Se ne è parlato anche su altri media

Resta sempre, poi, la possibilità in caso di un ulteriore impedimento nell’erogazione del contributo comunque dovuto di ricorrere all’autotutela In quell’occasione le Entrate hanno predisposto comunque la possibilità di ottenere il contributo o parte di esso non erogato con la presentazione di una richiesta di autotutela. (Il Sole 24 ORE)

L’Agenzia delle Entrate ha da poco reso operativa la procedura per la richiesta del contributo a fondo perduto alternativo al contributo automatico, entrambi previsti dal decreto Sostegni bis. Il maggior valore del contributo alternativo, ovvero l’integrazione di 4.000 euro (24.000 – 20.000), verrà riconosciuta a seguito di presentazione dell’istanza. (Euroconference NEWS)

Si tratta di imprese di prossimità e di vicinato che rappresentano fattori centrali per i processi di rigenerazione urbana, crescita e sviluppo sostenibile del territorio. Il bando integrale sarà pubblicato sul portale del Comune di Milano (PMI.it)

Domande accolte sino ad esaurimento fondi. Le domande per i contributi a fondo perduto possono essere presentate da oggi e sino all’esaurimento della dotazione finanziaria unicamente mediante la piattaforma dedicata sul sito della Crias, www. (BlogSicilia.it)

Si tratta di 6 milioni di euro, previsti dal "Fondo per la ripresa artigiani", da erogare a fondo perduto fino ad un massimo di 2 mila euro per azienda, a rimborso del 100 per cento delle spese per interessi e commissioni derivanti da operazioni creditizie concesse ai sensi del decreto-legge 23/2020. (CataniaToday)

Si tratta di 6 milioni di euro, previsti dal "Fondo per la ripresa artigiani", da erogare fino ad un massimo di 2 mila euro per azienda. Sarà la Crias, la Cassa regionale delle Attività produttive, a gestire le istanze. (PalermoToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr