Alpini e molestie, 500 segnalazioni a Rimini

Alpini e molestie, 500 segnalazioni a Rimini
il Resto del Carlino INTERNO

E’ quello delle polemiche che, dallo scorso fine settimana, hanno travolto la 93esima edizione dell’Adunata nazionale degli alpini.

A sostenerlo è il Coordinamento dei Centri antiviolenza dell’Emilia Romagna, del quale fa parte anche la onlus riminese ‘Rompi il silenzio’.

Dall’altro chi, come il presidente della Camera Roberto Fico, ha invitato a riflettere su "un Paese ancora troppo e fortemente maschilista"

"Almeno 500" secondo ’Non una di meno’, ’Casa Madiba Network’ e ’Pride OFF’. (il Resto del Carlino)

Ne parlano anche altre testate

Il ministro della difesa Lorenzo Guerini e la ministra delle Pari Opportunità Elena Bonetti si sono schierati e hanno definito «gravissimi» gli eventi. E poi, perdonatemi, se uno mi fa un sorriso e mi fischia dietro io sono pure contenta». (Open)

Tutto il gruppo, inoltre, stando alle testimonianze di chi era presente, avrebbe continuato ad infastidire personale e clienti, fino a quando non è stato chiesto loro di lasciare il negozio. I fatti sono avvenuti, si legge sulla stampa locale, a Campogalliano, dove, nella giornata di venerdì scorso, fermatosi a pranzo sulla strada per Rimini, un gruppo di alpini è successivamente entrato nel negozio da parrucchiera Moda e Stile. (SulPanaro)

Le linee guida per denunciare le molestie. La divisione riminese dell’associazione Non una di meno promette supporto legale a chiunque voglia denunciare e ha condiviso attraverso il profilo Facebook un vademecum per presentare una denuncia in autonomia. (Virgilio Notizie)

Alpini a Rimini, nuova denuncia: «Mi hanno palpeggiata». Ma l’assessora Elena Donazzan: contenta se mi fischia

Così l'assessore al lavoro e alle pari opportunità del Veneto, Elena Donazzan, esponente di Fratelli d'Italia, commenta ai microfoni di Tva Vicenza le polemiche legate alle molestie durante il raduno degli Alpini di Rimini (Sky Tg24 )

Un passo indietro necessario e probabilmente inevitabile dopo le sue parole sulle molestie avvenute durante l’adunata degli alpini a Rimini. Sonia Alvisi, coordinatrice delle donne del Pd di Rimini si è dimessa. (La Stampa)

Vediamo chi si è macchiato di questo, sono quasi certa che non si tratta degli Alpini. E poi, perdonatemi, se uno mi fa un sorriso e mi fischia dietro io sono pure contenta». (ilgazzettino.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr