Giovedì euforico per Piazza Affari, tre titoli del Ftse Mib aggiornano i top storici. S&P vede boom Pil Italia

Finanzaonline.com ECONOMIA

Anche per la paytech leader in Italia si tratta dei nuovi massimi storici in scia all’effetto dell’operazione di M&A in Europa da parte del colosso Visa.

In buon rialzo anche i titoli bancari con Intesa Sanpaolo che segna +2,07% a 2,364 euro, meglio fa Unicredit (+2,76% a 10,366 euro).

Unici segni meno di oggi sul Ftse Mib sono stati Telecom Italia e Banco Bpm, entrambe giù dell’1 per cento circa

Il Ftse Mib chiude così a 25.422 punti (+1,38%). (Finanzaonline.com)

Su altri media

In confronto, l’economia della zona euro ha impiegato quasi otto anni dopo la crisi finanziaria globale del 2008 per recuperare il livello di occupazione pre-crisi. Inoltre, Paesi come Grecia, Portogallo, Italia e Spagna sono destinati a beneficiare maggiormente del Next Generation EU, riducendo il divario economico nella zona euro (QuiFinanza)

Anche per la paytech leader in Italia si tratta dei nuovi massimi storici in scia all’effetto dell’operazione di M&A in Europa da parte del colosso Visa. Il Ftse Mib chiude così a 25.422 punti (+1,38%). (Finanzaonline.com)

La stima, calcolata sulle previsioni di crescita in Europa nel terzo trimestre, va a migliorare la situazione italiana, la quale appare addirittura superiore a quella della Germania ferma al 3,5% nel 2021 (SoldiOnline.it)

Il premier Mario Draghi nelle ultime ore ha preconizzato uno scenario di crescita economica, ricorrendo all’immagine di «un’alba della ripresa». Quest’utima ha aggiornato le stime sulle previsioni del Pil (Prodotto interno lordo) italiano al 4,9% sia nel 2021, sia per l’anno prossimo. (Corriere della Sera)

Le previsioni precedenti si fermavano al 4,7% quest’anno e al 4,2% nel 2022. L’agenzia di rating S&P ha migliorato le stime sul Pil del’Italia al 4,9% sia per il 2021 sia per l’anno prossimo e ha rivisto al rialzo le previsioni di crescita anche per l’eurozona. (Corriere della Sera)

Nell'Eurozona il rimbalzo stimato per il Pil italiano quest'anno è secondo solo a quello di Francia (+5,6%) e Spagna (+6,4%).S&P ha rivisto al rialzo le stime di crescita per tutta l'Eurozona, portandole a 4,4% per il 2021 e a 4,5% per il 2022 grazie all'implementazione degli stimoli fiscali del piano Next Generation Eu e alla minore contrazione del Pil nel IV trimestre (Rai News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr