Cinema, ministro Franceschini firma l'uscita in sala prima dello streaming. Anec Protesta

Cinema, ministro Franceschini firma l'uscita in sala prima dello streaming. Anec Protesta
Sky Tg24 CULTURA E SPETTACOLO

"Inaccettabile il decreto finestre per i film italiani".

E' stato firmato il nuovo "decreto finestre" che reintroduce l'obbligo di uscita in sala per i film che ricevono contributi dallo Stato prima di approdare su altre piattaforme.

Se di riequilibrio si deve parlare, allora da giugno che il Ministro proceda con provvedimenti per portare in sala i film italiani, così come pianificato con quelli internazionali"

L'Anec, l'associazione degli esercenti, lo definisce inaccettabile. (Sky Tg24)

Su altre fonti

Con le nuove disposizioni i film potranno approdare sulle piattaforme streaming e in televisione dopo trenta giorni dalla prima proiezione al cinema. Ecco l’annuncio del decreto dulle finestre distributive:. (BadTaste.it)

Obbligo della sala per i film prodotti con il contributo dello Stato, ecco perché il decreto fa infuriare…

Se di riequilibrio si deve parlare, allora da giugno che il ministro proceda con provvedimenti per portare in sala i film italiani, così come pianificato con quelli internazionali” Le nuovi disposizioni prevedono che i film italiani possano approdare nei canali streaming e in tv dopo trenta giorni dalla prima proiezione al cinema. (Il Fatto Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr