La Cina testerà migliaia di campioni di sangue di Wuhan per scoprire l’origine del virus

La Cina testerà migliaia di campioni di sangue di Wuhan per scoprire l’origine del virus
Più informazioni:
Money.it ESTERI

Per cercare di risolvere ogni dubbio la Cina ha detto di essere intenzionata a dare il via alle analisi dei campioni di sangue contenuti nel Wuhan Blood Center, ossia la città dove si presume che il virus abbia iniziato a diffondersi.

Vorresti tornare indietro per scoprire esattamente durante quali mesi questo virus ha iniziato a lasciare impronte digitali nella popolazione umana in Cina”.

Si tratta di un archivio contenente un massimo di 200.000 campioni, compresi quelli prelevati nel corso degli ultimi mesi del 2019. (Money.it)

La notizia riportata su altri media

I test possono fornire campioni di tessuto in tempo reale da un'ampia fascia della popolazione nella città cinese dove si crede che il virus del SARS-CoV-2 abbia infettato per la prima volta gli esseri umani. (Today.it)

a Cina si appresta a esaminare fino a 200 mila campioni di sangue prelevati nella città di Wuhan prima che l'epidemia di Covid 19 esplodesse, quindi fino agli ultimi mesi del 2019, per contribuire a fare luce su come e quando il coronavirus responsabile sia passato dall'animale all'uomo. (La Gazzetta del Mezzogiorno)

Roma, 13 ottobre 2021 - La Cina si appresta a esaminare fino a 200mila campioni di sangue provenienti da Wuhan per far luce sulle origini del Covid-19. "Nessuno crederà ai risultati che la Cina riporta a meno che non ci siano osservatori qualificati", ha aggiunto. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Origine Covid, Cina esaminerà 200mila campioni sangue del 2019

La Cina si appresta ad esaminare 200mila campioni di sangue prelevati nella città di Wuhan fino agli ultimi mesi del 2019, prima che esplodesse l’epidemia di Covid, per provare a far luce su come e quando SarsCov2 abbia fatto lo spillover passando dall’animale all’uomo. (L'Unione Sarda.it)

Il periodo scadrà a breve per i mesi di ottobre e novembre 2019: per questo sarebbero in corso i preparativi per analizzare i campioni a partire dalla scadenza dei due anni. Se conservati in modo corretto i campioni potrebbero contenere elementi cruciali, ad esempio i primi anticorpi prodotti dall'uomo contro la malattia. (Fanpage.it)

E' quanto anticipa la CNN in esclusiva - che cita un funzionario cinese - spiegando anche come la decisione di Pechino sia la risposta alle sempre maggiori richieste di trasparenza sull'origine del virus. (ilmessaggero.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr