Iran, svelata la “Pompei d’Oriente”: grazie anche agli archeologi italiani

Iran, svelata la “Pompei d’Oriente”: grazie anche agli archeologi italiani
Il Primato Nazionale ESTERI

Iran, la Pompei d’Oriente conservata dal deserto salato. Circa 6mila chilometri separano l’iraniana Shahr-i Sokhta da Pompei, ma in entrambi i casi il tempo sembra essersi fermato.

Roma, 23 feb – Shahr-i Sokhta, la città bruciata, riemerge in Iran tra le sabbie del deserto di Lut e le alture del Baluchistan.

L’insediamento di Shahr-i Sokhta, non lontano dagli attuali confini con Pakistan e Afghanistan, si è sviluppato intorno al 3200 a. (Il Primato Nazionale)

Ne parlano anche altri media

(Di martedì 23 febbraio 2021) Roma, 23 feb – Shahr-i Sokhta, la città bruciata, riemerge intra le sabbie del deserto di Lut e le alture del Baluchistan. Ribattezzata dagli archeologi 'Pompei d'Oriente' -. (Zazoom Blog)

La missione congiunta ha portato nuove scoperte, raccolte nel volume Scavi e ricerche a Shahr-i Sokhta, che sarà presentato domani all'Università del Salento. La prima delle nuove scoperte riguarda la datazione del centro, che gli esami sul carbone anticipano di 300 anni (Quotidiano di Puglia)

Già, ma perché "morì" Shahr-i Sokhta? La missione congiunta ha portato ora nuove scoperte, raccolte nel volume "Scavi e ricerche a Shahr-i Sokhta", che sarà presentato domani all'Università del Salento. (la Repubblica)

Nuove scoperte a Shahr-i Sokhta, la Pompei d'Oriente

Shahr-i Sokhta si trova in Iran, tra le sabbie del deserto di Lut e le alture del Baluchistan, e anche qui il tempo sembra essersi fermato. "E' il grande mistero da sciogliere, spiega Ascalone - Non ci fu un episodioscatenante come l'eruzione del Vesuvio (Rai News)

Conservata grazie alla sabbia del deserto salato, uno dei più inospitali della Terra, l’antica città di Shahr-i Sokhta sarebbe sorta intorno al 3200 a. L’antica città di 6mila anni che è emersa dalle sabbie del deserto di Lut e le alture del Baluchistan, in Iran, Shahr-i Sokhta, è una meraviglia. (SiViaggia)

separarle sono oltre 6 mila chilometri, più una manciata di millenni. Eppure, laggiù, tra le sabbie del deserto di Lut e le alture del Baluchistan, in Iran, l'impressione è di trovarsi davanti a un'altra Pompei. (Giornale di Sicilia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr