Libano: torna la corrente elettrica dopo il blackout

La Nuova Sardegna ESTERI

- BEIRUT, 10 OTT - La rete elettrica libanese oggi è tornata operativa dopo che l'esercito ha fornito carburante a due centrali, ponendo fine a quasi un giorno di blackout totale.

Gli impianti di Deir Ammar e Zahrani si erano fermati ieri, causando il collasso completo della rete elettrica statale per la seconda volta questo mese.

I libanesi che possono permetterselo si abbonano a generatori privati ;;per mantenere gli elettrodomestici accesi, ma anche i loro proprietari hanno iniziato a razionare l'energia elettrica a causa della scarsità di carburante. (La Nuova Sardegna)

Se ne è parlato anche su altri media

Un tempo il pane costava circa 1500 lire, l’equivalente di circa 80 centesimi. Attualmente circa tre quarti della popolazione vive in condizioni di povertà e la valuta locale ha perso oltre il 90% del suo valore (quoted business)

Le interruzioni di corrente sono una costante in Libano dagli anni '90, ma la crisi economica ha peggiorato drasticamente le cose Gli impianti di Deir Ammar e Zahrani si erano fermati ieri, causando il collasso completo della rete elettrica statale per la seconda volta questo mese. (Bluewin)

Image from askanews web site. Il ministro dell'Energia ha confermato che, un'ora dopo, questi impianti dovrebbero essere alla loro massima capacità disponibile sulla rete. (Yahoo Finanza)

di Lorenzo Bianchi Il Libano sprofonda nel buio. A Tripoli, a nord di Beirut, gli abitanti infuriati hanno bloccato le strade con le auto e hanno incendiato pneumatici. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

La situazione. Ieri, infatti, la rete elettrica nazionale libanese è completamente collassata quando le centrali elettriche di al-Zahrani e Deir Amar hanno smesso di funzionare a causa della mancanza di carburante (Notizie - MSN Italia)

Una delle principali centrali di distribuzione dell’elettricità si è fermata infatti sabato alle 12, mentre venerdì aveva smesso di funzionare un’altra. In Libano la crisi economica ha portato a un crollo della valuta locale e a una carenza pesante di carburante. (TIMgate)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr