Ex infermiera morta dopo la seconda dose Pfizer, l'autopsia: uccisa da un infarto

Ex infermiera morta dopo la seconda dose Pfizer, l'autopsia: uccisa da un infarto
ilmessaggero.it ECONOMIA

La donna si era sentita male ed era deceduta, lo scorso 2 marzo, una mezz'oretta dopo che le era stata somministrata la seconda dose del. Pfizer.

Troppi di noi minacciati». L'inchiesta. Sull'accaduto la Procura di Lanciano (Chieti) ha aperto un'inchiesta e disposto gli esami necroscopici.

Questo il primo responso del medico legale, Domenico Angelucci, che, questa. mattina, all'obitorio dell'ospedale di Chieti, ha effettuato l'autopsia su Celestina De Santis, ex infermiera di 83 anni, di Lanciano (Chieti), morta dopo aver effettuato il vaccino anti Covi. (ilmessaggero.it)

Ne parlano anche altri giornali

È questo il primo responso del medico legale Domenico Angelucci che questa mattina all'obitorio dell'ospedale di Chieti ha effettuato l'esame autoptico. Il medico legale si è preso 90 giorni di tempo per effettuare ulteriori approfondimenti. (ChietiToday)

A nulla è servito neppure il lungo tentativo dei sanitari del 118 di rianimarla e salvarle la vita. orte cardiaca improvvisa: questa la causa del decesso di Celestina De Santis (nella foto), 83 anni, di Lanciano (Ch), morta lo scorso due aprile dopo che, nel poliambulatorio di San Vito (Ch), le era stato somministrato il secondo vaccino anti Covid-19. (AbruzzoLive.tv)

Covid: nelle Marche, oltre il 72% delle dosi di vaccino somministrate sono Pfizer BioNTech

Nelle Marche, la maggior parte dei vaccinati, il 72,1% ha ricevuto il vaccino Pfizer, il 18,5% invece AstraZeneca, solo il 9,4% Moderna. Le Marche con l'80,5% di dosi somministrate rispetto a quelle ricevute si attesta leggeremente sotto la media nazionale dell'81,4%. (Vivere Fano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr