A Milano, in Sant'Ambrogio, l'ultimo saluto a Mauro Bellugi

A Milano, in Sant'Ambrogio, l'ultimo saluto a Mauro Bellugi
Virgilio Sport SPORT

Oltre un centinaio di persone , divisi tra tifosi e appassionati di sport, tutti con la mascherina e rigorosamente distanziati, si sono radunati nella Basilica di Sant’Ambrogio a Milano per partecipare ai funerali e dare l’ultimo saluto a Mauro Bellugi , ex difensore di Inter , Bologna , Napoli , Pistoiese e della Nazionale azzurra , scomparso sabato a 71 anni per il Covid-19 , a causa del quale aveva già dovuto subire l’amputazione delle gambe lo scorso dicembre. (Virgilio Sport)

La notizia riportata su altri giornali

In tanti, tantissimi, hanno voluto essere presenti per ricordare l'ex difensore. Presenti tanti rappresentati della storia dell’Inter di ieri come Massimo Moratti ed Evaristo Beccalossi e di oggi come gli amministratori delegati Alessandro Antonello e Beppe Marotta e il direttore sportivo Piero Ausilio. (Sport Mediaset)

Fuori dalla chiesa i tifosi nerazzurri hanno voluto omaggiare l’ex terzino con uno striscione: “Buon viaggio, Bellugi, eroe nerazzurro” Presente una folta delegazione dell’Inter del presente e del passato. (Fiorentina.it)

Fuori dalla Basilica, anche i tifosi della Curva Nord hanno voluto omaggiare l'ex difensore con uno striscione: "Buon viaggio, Bellugi, eroe nerazzurro". L'ex difensore di Inter, Bologna, Napoli, Pistoiese e della Nazionale è scomparso sabato all'età di 71 anni, compiuti il 7 febbraio. (Sky Tg24 )

L'addio a Bellugi: Moratti, l'Inter e gli amici per i funerali

Ai funerali hanno partecipato molti volti noti della società e della storia nerazzurra. «Buon viaggio Bellugi, eroe nerazzurro». (Corriere della Sera)

Morto Mauro Bellugi, l'ex calciatore dell'Inter aveva subito l’amputazione delle gambe per il Covid. Per l’ultimo saluto c’era la sua Inter. (Il Mattino)

Quasi inaspettatamente, quando la sua reazione ironica e allegra aveva permesso di illudersi che il Covid fosse superato, Mauro Bellugi ha ceduto alle insidiose conseguenze della malattia. E accompagnato lo striscione, posto all’esterno della basilica i tifosi nerazzurri:. (Virgilio Sport)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr