Mottarone, un cippo nel bosco ricorda le 14 vittime della funivia

La Stampa INTERNO

Così, nel luogo dove il 23 maggio 2021 precipitò la cabina numero 3 della funivia del Mottarone, sono state ricordate quelle persone che trovarono la morte in quella che doveva essere una domenica di spensieratezza in famiglia.

Una stele in pietra con incisi i nomi delle 14 vittime.

La cerimonia, a un danno dalla strage, ha visto arrivare sul posto anche alcuni dei familiari delle vittime

(La Stampa)

Se ne è parlato anche su altri media

Strage del Mottarone, i familiari di Alessandro: "Lunedì sarà un brutto giorno perché la nostra è una ferita che si allarga". "Lunedì sarà un brutto giorno: il dolore dell'assurda tragedia che abbiamo vissuto non si è rimarginato. (newsbiella.it)

Sono le vittime di una tragedia che ha segnato la storia di queste terre: vite e morti piccole e grandi, intrecciate per sempre tra loro e con questi luoghi È passato un anno da quando una tragedia ha distrutto la vita 14 persone tra cui Serena Cosentino, di 27 anni, di Diamante e il fidanzato Mohammadreza Shahaisavandi (23), iraniano. (Gazzetta del Sud - Edizione Cosenza)

È passato un anno, ma il ricordo di quella strage è ancora vivo. A pochi metri dall’ultima stazione, il cavo trainante a cui è appesa si spezza e dopo essere scarrucolata indietro ad alta velocità va a sbattere contro un pilone, precipitando infine in un bosco (La Provincia Pavese)

Un anno dopo la funivia di proprietà della Regione Piemonte - era rimasto 'in sospeso' l'accordo con cui si sanciva il passaggio al Comune di Stresa - è ancora sotto sequestro ma Stresa ha voglia di ripartire. (Liberoquotidiano.it)

Qualcuno dei parenti potrebbe scegliere di salire al Mottarone in un altro momento, quando il clamore e i riflettori si saranno spenti È una semplice lapide in pietra locale, con la scritta “a perenne ricordo” in latino e i nomi delle vittime. (Luino Notizie)

Il piccolo Eitan respira da solo. - Funivia Mottarone, tre fermi: «Sapevano che la cabina viaggiava senza freni» Anniversario. (Vanity Fair Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr