La Corea del Nord vieta tutti i prodotti occidentali: le sanzioni vanno dai campi di lavoro alla pena di morte

La Corea del Nord vieta tutti i prodotti occidentali: le sanzioni vanno dai campi di lavoro alla pena di morte
DR COMMODORE ESTERI

Siamo abituati a sentire notizie stravaganti sulla megalomania o l’atteggiamento anti-americano di Kim Jong-un ormai, ma l’ultimo provvedimento preso dal leader nord-coreano stavolta è davvero oltre ogni limite: in Corea del Nord sono stati banditi tutti i prodotti occidentali per contrastare “l’occidentalizzazione” della società.

La Corea del Nord sta quindi assumendo atteggiamenti sempre più intolleranti nei confronti dell’Occidente in generale

Con questo provvedimento Kim Jong-un vieta quindi la circolazione di ogni prodotto occidentale dai film agli abiti di origine straniera, che secondo il leader potrebbero esercitare una influenza negativa e “comportamenti sgradevoli, individualisti e antisocialisti” tra i giovani. (DR COMMODORE)

Ne parlano anche altri media

Nonostante la chiusura totale verso l'esterno e il blocco di Internet, non è raro infatti trovare a Pyongyang – soprattutto tra i giovani – persone molto informate sul campionato italiano di Serie A o sul basket Nba. (L'Unione Sarda.it)

Tutto ciò che non appartiene alla storia e alla cultura nordcoreane è rubricato come «veleno pericoloso» e trattato come tale. Per un certo numero di anni, le pellicole sono state caricate su chiavette USB che ora sono «comuni i sassi» (Il Primato Nazionale)

I trasgressori rischiano fino alla pena di morte. Secondo la stampa internazionale, il leader sta cercando di impedire che le informazioni esterne raggiungano il popolo della Corea del Nord mentre la vita nel Paese diventa sempre più difficile (Il Fatto Quotidiano)

Si specula sulla perdita di peso di Kim Jong-un

Lo strumento è una legge varata a maggio per neutralizzare le minacce del “pensiero reazionario” che include sanzioni drastiche: pena di morte o i campi di lavoro e di rieducazione. Il fenomeno delle interferenze esterne non risparmia neanche la nomenclatura. (Ticinonews.ch)

Ho portato anche altri giornalisti e mi fa piacere quando uno viene e poi racconta la verità. Li faceva sempre vedere. (LA NAZIONE)

Anche il cinturino del suo orologio, scrive il portale d'informazione sudcoreano NK News citato dal Guardian, apparirebbe "tirato" di almeno un buco. iso un po' più contrito e abiti particolarmente larghi, le nuove foto di Kim Jong-un fanno speculare la vicina Corea del Sud (e non solo). (Ticinonline)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr