"Scempio di rifiuti abbandonati" allo 'spiaggione' di Torre Flavia (FOTO)

Scempio di rifiuti abbandonati allo 'spiaggione' di Torre Flavia (FOTO)
Approfondimenti:
TerzoBinario.it INTERNO

Aziona il tuo telefonino fotografa e scrivi due righe inviale alla redazione, specificando se vuoi essere citato nell’articolo e/o come autore delle foto.

Sei stato testimone di un fatto di cronaca degno di nota?

“Vorrei segnalare lo scempio di rifiuti abbandonati che ho trovato, non ancora in stagione turistica piena, su quella bella spiaggia libera, lo “spiaggione” che dallo stabilimento la Baia va verso Torre Flavia”. (TerzoBinario.it)

Se ne è parlato anche su altre testate

Salernonotizie.it è il primo portale online completamente gratuito di Salerno e provincia. Ogni giorno notizie, curiosità, cronaca, sport e rubriche su Salerno, Napoli, Benevento, Avellino e Caserta. Milioni di news dalla Campania per tenerti sempre aggiornato in modo chiaro e veloce, un occhio vigile sui fatti della tua città (Salernonotizie.it)

Emergenza rifiuti sempre più vicina a Roma. Questo perché i volumi attuali sono superiori rispetto alle stime e già dopo il 15 giugno Roma potrebbe andare in sofferenza (ciociariaoggi.it)

Cappelle dei Marsi – Giungono nuove immagini dell’ennesimo scempio che sembra affliggere, senza soluzione di continuità, il tratto di strada che congiunge Cappelle dei Marsi con Antrosano. (Terre Marsicane)

Rifiuti edili interrati nel terreno agricolo, sequestrata area di 7mila metri quadri

La speranza dei residenti è che chi è tanto sfrontato da buttare con i rifiuti anche i propri documenti, con nome e cognome, venga almeno sanzionato (Il Clandestino Giornale)

Forniti di t-shirt e cappellino arancione, armati di pinze, guanti e sacchi, i volontari hanno ripulito l’area dietro la scuola media, i dintorni della bocciofila, la zona dei campi e degli impianti sportivi, il sottopasso e il parcheggio del cimitero, viale della Rimembranza arrivando fino alla zona della stazione ferroviaria e del Memoriale della Deportazione. (LaGuida.it)

L'intera area, di circa 7mila metri quadri, é stata posta sotto sequestro ed il proprietario è stato denunciato per reati ambientali ed edilizi, in relazione al cambio di destinazione d'uso del terreno. (RomaToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr