Fattura elettronica, obbligo per le partite Iva forfettarie: il governo ci pensa

QuiFinanza ECONOMIA

Sul tavolo del governo ci sarebbe, infatti, la possibilità di coinvolgere a partire dal 2022 anche i liberi professionisti con volume d’affari al di sotto della soglia dei 65.000 euro, che godono di un regime agevolato.

Fattura elettronica, obbligo per le partite Iva forfettarie: la proposta dell’esecutivo. Lo testimonia il fatto che nel documento con le linee guida per la legge delega sulla riforma fiscale, prodotto dalle Commissioni Finanze di Camera e Senato, è prevista “la chiusura del perimetro dell’obbligo di fatturazione elettronica, estendendolo a tutti i soggetti attualmente esentati e l’esclusione di possibili eccezioni all’obbligo di memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei corrispettivi giornalieri (che sostituisce gli obblighi di registrazione dei corrispettivi)”. (QuiFinanza)

Ne parlano anche altri giornali

Come aprire una partita IVA: tutti i passaggi. Aprire la partita IVA come estetista potrebbe essere un’operazione complessa. (Fiscomania.com)

All’inverso, le introduzioni di beni provenienti dalla Repubblica di San marino nel territorio dello Stato l’IVA è assolta mediante l’integrazione con l’IVA sulla fattura ricevuta, ai sensi dell’art. L’operatore italiano esercita l’opzione per applicare l’imposta nella Repubblica di San Marino ai sensi dell’art. (LeggiOggi.it - Tutto su fisco, welfare, pensioni, lavoro e concorsi)

L’attuale regime forfettario: le condizioni di accesso e le cause di esclusione. Ad oggi, possono accedere al regime forfetario, comma 54 e ss. Nella prossima Legge di bilancio il regime forfettario potrebbe essere oggetto di restyling, soprattutto in riferimento alle condizioni d’accesso al regime di favore. (InvestireOggi.it)

Attualmente, infatti, sono circa 1,5 milioni i titolari di partita Iva che aderiscono al regime semplificato del Forfait, in aumento dopo l’innalzamento della soglia a 65 mila euro di ricavi. (Resto al Sud)

Il pulsante “aggiungi” ci permette, in modo semplice e veloce, di inserire una nuova fattura (anche elettronica) da emettere, oppure un nuovo cliente. Inoltre, il nostro consulente fiscale dedicato, conoscendo la nostra storia dall’inizio, ci darà consigli su come migliorare la gestione della Partita IVA (Marketers)

Tra le attuali esenzioni ci sono anche associazioni e società sportive dilettantistiche che nel periodo precedente abbiano conseguito proventi da attività commerciali per un importo non eccedente i 65mila euro (StartupItalia.eu)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr