Sicilia, tutti in classe da domani giovedì: Lipari in attesa di notizie dal Sindaco

Sicilia, tutti in classe da domani giovedì: Lipari in attesa di notizie dal Sindaco
Il Giornale di Lipari INTERNO

Abbiamo chiesto ancora qualche giorno ma abbiamo capito che solo una norma del governo nazionale può evitarlo”

Il direttore dell’Ufficio scolastico regionale, Stefano Suraniti, ha sottolineato che la Sicilia ha comunque dati pandemici più bassi rispetto alla media nazionale.

Anche l’associazione nazionale dei presidi, fa sapere la Flc Cgil, “si è schierata per il ritorno a scuola senza se e senza ma”. (Il Giornale di Lipari)

Se ne è parlato anche su altri giornali

“I Sindaci possono derogare, per specifiche aree del territorio o per singoli istituti alle disposizioni di cui al comma 1 della citata legge, esclusivamente in zona rossa e in circostanze dì eccezionale e straordinaria necessità dovuta all’insorgenza di focolai o al rischio estremamente elevato di diffusione del virus SARS-CoV-2 o di sue varianti nella popolazione scolastica. (MessinaToday)

Inoltre, se la Regione Sicilia dovesse diventare zona arancione a partire dalla prossima settimana (lunedì 17), Musumeci potrebbe decidere per la scuola siciliana con un’ordinanza locale. Scuole chiuse in Sicilia, oggi si decide. (Scuolainforma)

Già nel pomeriggio, in una nota polemica con l’assessore regionale all’Istruzione Roberto Lagalla, l’Anci Sicilia aveva evidenziato “di aver denunciato la mancanza di dati certi e di aver apertamente chiesto il rinvio dell’apertura delle scuole”. (AgrigentoOGGi.it)

Scuola ha vinto l'anarchia, la Regione decide la riapertura ma i sindaci no

Chiusura delle scuole e poteri dei sindaci, il prefetto di Messina, Cosima Di Stani fa chiarezza con una nota inviata a tutte le Amministrazioni comunali, ribadendo che il Decreto Legge 24 dicembre 2021, n. (OggiMilazzo.it)

L'udienza collegiale è stata fissata per il 10 febbraio - PALERMO, 14 GEN - Il presidente del Tar della Sicilia Salvatore Veneziano ha accolto l'istanza cautelare presentata contro le ordinanze firmate dai sindaci di Palermo e Agrigento, Leoluca Orlando e Francesco Miccichè che prevedevano la sospensione dal 13 al 16 gennaio delle attività didattiche in presenza. (Ansa)

Scuola ha vinto l’anarchia, la Regione decide la riapertura ma i sindaci vanno in ordine sparso. Così continuano le vacanze per gli studenti delle scuole siciliane di ogni ordine e grado. (AgrigentoOGGi.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr