Due milioni di dosi di AstraZeneca restano in frigo

La Nuova Ferrara ECONOMIA

Per evitare uno scontro fra pazienti e operatori sanitari, il direttore generale dell’Asl ha chiamato la polizia.

A disposizione ne rimangono dunque 2.039.973, a dire il 57,1% di tutte le dosi dei 4 sieri autorizzati dall’Ema e dell’Aifa e non ancora somministrati (che sono 3.572.061)

Anche questo spiega perché ci siano oltre due milioni le dosi di Astrazeneca nei frigoriferi delle regioni: su un totale di 6.565.080 consegnate all'Italia ne sono infatti state somministrate 4.525.107, il 69% del totale. (La Nuova Ferrara)

La notizia riportata su altre testate

13.834):. CAREGIVER 518. DISABILE 104 art.3 comma3 260. FARMACISTI 30. Le vaccinazioni verranno somministrate nell’area allestita al Pala Dean Martin. (PescaraPost)

Questo perché, al di là degli annunci, il piano è ancora molto in ritardo sulla tabella di marcia. Allo stato attuale tra la prima dose e il richiamo sono fissati 21 giorni per il vaccino Pfizer e 28 per il Moderna. (Il Primato Nazionale)

Si è espresso così il Comitato tecnico scientifico per l’emergenza coronavirus in merito ai dubbi ancora rimasti sul vaccino AstraZeneca contro il Covid-19. (Virgilio Notizie)

Il giudice belga dovrà quindi affrontare il tema molto delicato della configurazione del possibile inadempimento contrattuale di AstraZeneca nell’ambito del perimetro interpretativo definito dalla clausola di best reasonable efforts. (Lavoce.info)

Il vero problema sta nella gestione dei consigli di somministrazione del vaccino AstraZeneca che ha via via portato i pazienti a vestire i panni dei medici «Io mi sono vaccinata come volontaria della Croce rossa – racconta Stefania – perché al momento come Oss non ho un posto di lavoro. (ilgazzettino.it)

I casi di trombosi legati al vaccino, in Italia, sono 11, con 4 decessi: lo riporta l’ultimo rapporto sulla farmacovigilanza del’Agenzia italiana per il farmaco (Aifa). (L'Occhio)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr