Pio e Amedeo rispondono alle critiche: «Facciamo satira e non ci scusiamo. Educhiamo la testa e non solo il linguaggio»

Pio e Amedeo rispondono alle critiche: «Facciamo satira e non ci scusiamo. Educhiamo la testa e non solo il linguaggio»
Open CULTURA E SPETTACOLO

Quando diciamo “voi” ci rivolgiamo a quelli che non hanno capito il nostro messaggio

I due hanno rivendicato il loro diritto alla satira, prendendo le distanze da ogni tentativo di leggere diversamente la loro esibizione: «La politica non ci appartiene.

La politica ci omaggia di spunti e personaggi senza distinzioni di partiti per fare quello che vogliamo fare, satira, come abbiamo sempre fatto». (Open)

Se ne è parlato anche su altri media

Hanno suggerito di fare dell’ironia, laddove è l’unica arma di disinnescare l’offesa ma non la violenza. Tanti si sono esposti, da Arcigay fino alle comunità ebraiche, per attaccare il duo comico foggiano. (Gossip e TV)

Il nostro obiettivo - concludono - è sempre e sempre sarà quello di scardinare questa opinione unica che vogliono imporci” Esistono i cattivi, i vili, gli schifosi, quelli che adottano la violenza, è contro di loro che ci dobbiamo concentrare. (FoggiaToday)

A seguito dell’ultima puntata, tuttavia, non sono mancate le polemiche per via del monologo finale pronunciato da Amedeo. (Yeslife)

Pio e Amedeo rispondono alle critiche: «Siamo alla follia»

Con la solita saggezza e qualità espressiva Sandra Milo si è schierata totalmente a favore del duo comico foggiano, che nel corso dell’ultima puntata del loro fortunato show Felicissima sera hanno recitato un monologo sul delicato tema dell’omofobia. (Lanostratv)

Nessuna scusa per tutti quelli che hanno criticato e giudicato il monologo negativamente, Pio e Amedeo restano coerenti con quello che hanno affermato durante lo spettacolo Pio e Amedeo dopo giorni rispondono alla folla. (ultimaparola.com)

Dopo il polverone creato dall’intervento di Pio e Amedeo contro politicamente corretto, i comici sono tornati sull’argomento rispondendo a chi li ha accusati di essere omofobi e razzisti. (Rolling Stone Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr