Golden Gala 2021, Leonardo Fabbri beffato dal regolamento: 3° posto, bella spallata stagionale da 21.71

Golden Gala 2021, Leonardo Fabbri beffato dal regolamento: 3° posto, bella spallata stagionale da 21.71
Approfondimenti:
OA Sport SPORT

Leonardo Fabbri rimane beffato dall’assurda e ridicola formula tipica dei concorsi nella Diamond League, il massimo circuito internazionale itinerante di atletica leggera.

Il 24enne era stato il migliore, abbondantemente davanti al 21.60 del serbo Armin Sinancevic e al 21.39 del neozelandese Tomas Walsh.

Leonardo Fabbri non va oltre 19.82 (la peggiore misura della sua serie dopo oltre al 21.71 figurano 21.09, 20.97, 20.89, 20.60) e si deve accontentare così del terzo posto. (OA Sport)

Se ne è parlato anche su altre testate

La pista La pista fiorentina racconta 4 migliori prestazioni mondiali stagionali: strepitosi i 5000 metri dell’ultimo rampollo della dinastia norvegese degli Ingebritsen, con Jacob che mette in fila l’Africa che corre, ferma il cronometro su un eccezionale 12’48”45 che è anche record europeo e poi stupisce dichiarando che in Giappone darà l’assalto al trono dei 1500 metri. (Corriere della Sera)

Tamberi a fine Golden Gala ha rivolto un pensiero ad Alessandro Talotti: “Era una persona super solare, la sua scomparsa è un dispiacere enorme e auguro il meglio alla sua famiglia”. Quello che c’è da fare è mettere a posto la tecnica e ‘trovare’ il salto, perché fisicamente adesso è tutto ok” (Vera TV)

Vince il neozelandese Walsh con 21.47, secondo il serbo Sinancevic con 20.93, terzo posto per Fabbri con 19.82. 20.01: Nell’asta Peinado e Bengtsson superano 4.56 al primo tentativo. 20.00: Tra pochi minuti il via dei 400 ostacoli donne (OA Sport)

LIVE Atletica, Golden Gala 2021 in DIRETTA. Leonardo Fabbri 21.71. Tamberi vola a 2.33! Record europeo di Ingebrigtsen

20.20 - 3000 siepi maschili - In pole il campione olimpico Conseslus Kipruto (Kenya), il marocchino Soufiane El Bakkali e l’etiope leader stagionale Bikila. 21.05 - 1500 femminili - Grande attesa della sfida tra l’olandese campionessa del mondo Sifan Hassan, l’olimpionica Faith Kipyegon (Kenya) e la britannica Laura Muir (La Nazione)

Nei 5000 Ingerbrigsten ha vinto alla grande con uno splendido finale con 12'48",45 miglior prestazione mondiale dell'anno. Il suo è, comunque, un terzo posto di grande qualità per il carattere mostrato e una condizione sempre in crescita. (LA NAZIONE)

Nei 100 ostacoli donne la portoricana Jasmine Camacho-Quinn stabilisce a sua volta il primato del meeting (12”38), che resisteva addirittura, quinta Luminosa Bogliolo (12”99). Nei 400 ostacoli donne l’olandese Femke Bol stabilisce il primato europeo under 23 in 53”44, bene l’azzurra Linda Olivieri, sesta in 55”63, suo personale, così come Ayomide Folorunso, settima in 56”92. (Virgilio Sport)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr