Vaccini Covid, Ema: l'11 marzo possibile via libera a Johnson&Johnson

Sky Tg24 ECONOMIA

"Tre settimane fa ho annunciato che avremmo avuto abbastanza vaccini per tutti gli americani entro la fine di luglio, oggi, con l'arrivo di un terzo vaccino e gli sforzi per potenziare la produzione, dico che ne avremo abbastanza per tutti gli americani entro la fine di maggio", ha detto

L'Agenzia europea del farmaco convocherà una sessione straordinaria del suo comitato per i medicinali per uso umano l'11 marzo "per prendere in considerazione l'autorizzazione del vaccino” statunitense. (Sky Tg24 )

Ne parlano anche altri giornali

Oggi è in programma anche il secondo incontro del tavolo tecnico, convocato dal ministro per lo Sviluppo Economico, Giorgetti, con Aifa e il commissario Figliuolo. Cresce la curva dei contagi e da oggi scatta la zona rossa anche a Bologna e Ancona. (The Italian Times)

Vaccino Johnson&Johnson: ok dell’Ema forse a metà marzo. Negli Stati Uniti la Food and Drug Administration ha approvato il vaccino Johnson&Jonhnson. Approvato il vaccino Johnson&Johnson, disponibile da aprile anche in Italia. (CheDonna.it)

Scegliere il vaccino di J&J è assolutamente immorale” questo l’appello dei vescovi statunitensi che è destinato a far discutere, e non poco. Nel novero dei vaccini anti Covid a disposizione si aggiunge anche quello sviluppato da Johnson&Johnson. (BlogLive.it)

La Food and Drug Administration degli Stati Uniti ha infatti approvato il vaccino Johnson & Johnson durante il fine settimana e l'amministrazione Biden ha appena annunciato una partnership che aumenterà notevolmente il numero dei suoi vaccini per la distribuzione a livello nazionale. (provitaefamiglia.it)

TUTTI I VANTAGGI DEL VACCINO J&J. Già il 9 febbraio, in un’intervista al Corriere della Sera, Massimo Scaccabarozzi, presidente e amministratore delegato di Janssen Italia, la farmaceutica del gruppo Johnson & Johnson, aveva sottolineato i numerosi vantaggi del vaccino. (Policymakermag)

“Se i vaccini Pfizer e Moderna sono disponibili, consigliamo ai cattolici di sceglierli al posto di Johnson&Johnson, a causa del suo uso estensivo di cellule derivate da aborti“. Si tratta dell’di New Orleans, che invita a rifiutare il farmaco anti-Covid elaborato dalla società americana perché ritenuto “” (Zazoom Blog)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr