Sangue sulle strade calabresi - Indagato per omicidio stradale dopo incidente nel Catanzarese: è l’autore della strage di 8 ciclisti nel 2010

Sangue sulle strade calabresi - Indagato per omicidio stradale dopo incidente nel Catanzarese: è l’autore della strage di 8 ciclisti nel 2010
Più informazioni:
LaC news24 INTERNO

Nello schianto ha perso la vita Fennane Noureddine, 31 anni, che viaggiava a bordo come passeggero.

L’estremo saluto a Fennane verrà organizzato non appena la Procura rilascerà il nulla osta alla sepoltura.

«Siamo sgomenti per questa ennesima morte - sottolineano Giuseppe Vacca e Mary Paolella, responsabili della sede Giesse di Lamezia Terme -.

Undici anni fa era emerso che, oltre a guidare sprovvisto di patente, El Ketani avesse nel sangue sostanze stupefacenti

El Ketani 11 anni fa provocò la morte di 8 ciclisti a Sant'Eufemia, episodio per quale fu condannato dopo che venne accertato che guidava sotto effetto di cannabis. (LaC news24)

La notizia riportata su altri media

€ 500.000.007,00 int. p.A. Business Digital – P.Iva 03976881007 – Tutti i diritti riservati – Per la pubblicità Mediamond S.p.a. RTI spa, Gruppo Mediaset – Sede legale: 00187 Roma Largo del Nazareno 8 – Cap. (Mediaset Play)

A Chafik Elketani, 32 anni, si legge su ‘La Stampa’, avevano ritirato la patente ed era sotto effetto di droghe quando, dopo un sorpasso i curva, travolse il gruppo di cicloamatori. Undici anni dopo ha provocato un altro incidente mortale. (Roccarainola.net)

Incidente stradale che ha coinvolto tre autovetture quello accaduto ieri sera, venerdì 11 settembre, attorno alle 21.30, in via Roma a Piancastagnaio.Il bilancio è di tre feriti, tutti in codice 1 (verde), due dei quali sono stati trasportati al pronto soccorso dell'ospedale di Nottola, uno invece all'ospedale di Abbadia San Salvatore. (SienaFree.it)

Incidente mortale nel Catanzarese, l’auto guidata dall’uomo che causò la strage dei ciclisti nel 2010

All’epoca non c’era ancora il reato di omicidio stradale, tuttavia l’inchiesta accertò che nel momento dell’incidente l'uomo era sotto l’effetto di droghe e fu condannato a 5 anni di carcere. Subito dopo la strage dei ciclisti si era pentito e implorando il destino disse: "Perché non sono morto anch’io? (Fanpage.it)

Ferite, sia pure in modo lieve, le due automobiliste mentre è fortunatamente rimasto illeso un bimbo che viaggiava su una delle auto. Il secondo sinistro si è invece verificato in strada Fortino, dove sono si sono scontrati un Fiorino e un motociclo Piaggio Liberty condotto da una donna di 61 anni. (LaVoceDiAsti.it)

Per cause in corso di accertamento la macchina è sbandata. Si tratta dell’impatto avvenuto lo scorso lunedì sulla statale 280 in direzione Lamezia Terme. (Il Reggino)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr