Gli anelli di Nettuno in una spettacolare immagine del telescopio Webb

Gli anelli di Nettuno in una spettacolare immagine del telescopio Webb
Approfondimenti:

Di Paolo Virtuani Da Terra non erano stati osservati neanche da Hubble, solo dalla sonda Voyager 2 nel 1989 Gli anelli di Urano e alcuni satelliti visti dal telescopio spaziale James Webb (Afp/Nasa) Che Nettuno avesse gli anelli si sapeva, erano stati osservati anche nel 1989 dalla sonda Voyager 2, ma da Terra non erano mai stati visti così bene. Il telescopio spaziale James Webb sta rivoluzionando l’astronomia ed è riuscito a scattare l’immagine agli infrarossi dei deboli anelli di Nettuno e di sette dei suoi 14 satelliti con lo strumento di bordo NirCam. (Corriere della Sera)

Su altre testate

Freddo, lontano e circondato da un’atmosfera irrespirabile. Le descrizioni che sono state fatte nel tempo, sia a livello scientifico che cinematografico, di Nettuno, non lo rendono affatto attraente. Eppure anche questo pianeta ha un suo fascino, come ben testimoniato da uno degli ultimi scatti del telescopio James Webb della NASA e dell’ESA. (Libero Tecnologia)

Continuano ad arrivare- in tutti i sensi - immortalate dalil più grande telescopio mai inviato nello spazio. Questa volta al centro degli scatti vi è, ripreso con ilmai realizzato negli ultimi 30 anni. (Skuola.net)

Il telescopio spaziale James Webb ci mostra le sue capacità osservative volgendo lo sguardo verso il nostro cortile cosmico. Il 22 luglio scorso ha immortalato il più remoto dei pianeti del Sistema solare, Nettuno, regalandoci la visione più nitida degli anelli di questo peculiare pianeta dai tempi della sonda Voyager 2 della Nasa, e di sette delle sue quattordici lune (Media Inaf)

Gli anelli di Nettuno come non si sono mai visti

L’immagine catturata, la più nitida mai ottenuta, mostra chiaramente il pianeta e la caratteristica atmosfera che lo avvolge, con temperature fino a -200°C. Gigante di ghiaccio. (Open)

Il telescopio spaziale James Webb mostra Nettuno e i suoi anelli come mai visti prima Le spettacolari immagini diffuse dalla NASA mettono in risalto anche gli anelli planetari più deboli del gigante di ghiaccio. (Fanpage.it)

21 set 2022 Non si vedevano così dai tempi del Voyager 2 del 1989. Il gigante di ghiaccio è, rispetto alla Terra, lontano 30 volte in più del Sole e orbita in una delle aree più oscure del nostro Sistema Solare (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr