Covid, il caso dei positivi ricoverati per altre patologie: "Sugli ospedali hanno un impatto devastante"

Covid, il caso dei positivi ricoverati per altre patologie: Sugli ospedali hanno un impatto devastante
La Repubblica SALUTE

Covid, il caso dei positivi ricoverati per altre patologie: "Sugli ospedali hanno un impatto devastante" di Michele Bocci. Parla Dario Manfellotto, il presidente della Federazione degli internisti.

"Il fatto di dover gestire questi pazienti infetti nei reparti non Covid aumenta il rischio di contagio in corsia e riduce la possibilità di curare chi ha altre malattie"

(La Repubblica)

Ne parlano anche altri giornali

Ciò fermo restando il principio di separazione dei percorsi e di sicurezza dei pazienti. La circolare: «Asintomatici non verranno conteggiati nei ricoveri». Il bollettino Covid cambia: i pazienti ricoverati in ospedale per cause diverse dal Covid che risultino positivi ai test per il virus, ma asintomatici, qualora assegnati in isolamento al reparto di afferenza della patologia, saranno conteggiati come “caso Covid” ma non saranno conteggiati tra i ricoveri dell’Area Medica Covid. (BaraondaNews)

Anche in pronto soccorso gli accessi stanno tornando ai livelli del 2019» secondo Andrea Bellone. di Sara Bettoni. Nei reparti di rianimazione il 10% dei contagiati dal virus assistito per altre emergenze. (Corriere Milano)

Il presidente della Fondazione Gimbe, Nino Cartabellotta definisce “inadeguata e rischiosa per ragioni cliniche e inapplicabile per ragioni organizzative” e utile “solo ad evitare restrizioni. In Liguria il dato è del 76,7% di Omicron contro 23,3% Delta (IVG.it)

Contagi, ospedalizzati “con” Covid e “per Covid”: facciamo chiarezza

Intervenga il Ministro Speranza se ancora crede che “dobbiamo ripartire da chi questo sistema lo ha fatto diventare grande “Il nuovo sistema di conteggio dei pazienti ricoverati per Covid, che scorpori i ricoverati per altre cause, richiesto dalle Regioni, rappresenta un mero espediente di equilibrismo contabile. (Radiogold)

È la carica degli asintomatici positivi, nelle ultime ore al centro del dibattito di esperti e governo e protagonisti di un giallo risolto a metà. Sulla questione dei positivi asintomatici ricoverati non a causa del virus spiega: «L’importante è la chiarezza delle informazioni (Open)

Elemento, questo, che risulta nella pratica difficilmente applicabile, vista l’ampia gamma della sintomatologia prodotta dal Covid. Se invece la risposta è relativa al livello di sofferenza di una struttura ospedaliera, anche il conteggio dei pazienti “con Covid”, ospedalizzati per traumi o altre patologie, ha un senso (TuttOggi)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr