Scandalo Mascherine FFP2: “filtravano appena il 36%”

Scandalo Mascherine FFP2: “filtravano appena il 36%”
Nurse Times INTERNO

Il Nas ha sequestrato 6milioni di dispositivi di protezione apparentemente in regola, ma risultati in seguito taroccati.

Alcuni contratti vengono rescissi, ma per i contratti interrotti, ce ne sono altri che invece sono stati conclusi

Accade a Roma: lo stock di mascherine ffp2 comprate in Cina, sdoganato grazie a un presunto certificato di conformità Ce e destinato in parte a una Regione, non è buono. (Nurse Times)

Su altri media

Milano, 23 feb. (LaPresse)

Secondo quanto riportato da Repubblica «Quelle Ffp2 hanno una capacità filtrante di appena il 36%, contro il 95% richiesto dalla norma». Non solo: «Inoltre, neanche le Ffp3 sono regolari, hanno una capacità di filtraggio leggermente inferiore e non superano il test per la traspirazione». (Il Primato Nazionale)

Leggi anche: Antitrust, avviata inchiesta sulle mascherine U-Mask. Mascherine cinesi: la truffa delle certificazioni. I prodotti importati in Italia, in totale 553 milioni di pezzi, sono stati distribuiti e utilizzati in moltissimi luoghi, compresi quelli più critici come per esempio gli ospedali. (Consumatore.com)

Coronavirus, come funziona la truffa sulle mascherine

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI. Oil Free Fryer, la vera friggitrice ad aria Scopri il prezzo lancio. Ognuno si domanda: qual è la mascherina migliore per proteggersi dai virus? (Proiezioni di Borsa)

Da qualche anno si è messo in proprio, ha aperto a Torino "Fonderia mestieri", una srl. "Ho testato cento modelli di mascherine cinesi, la metà non era buona". (la Repubblica)

ROMA – La truffa cinese sulle mascherine. L’ipotesi più probabile sembra essere quella di una riduzione degli incarichi per consentire un impegno maggiore nella ricerca dei vaccini (News Mondo)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr