Coppa Davis, variabile infortuni: c’è solo un team più forte dell’Italia

Il Veggente News SPORT

Sarebbe un sogno, ovviamente, non solo per gli appassionati del tennis, ma anche per tutti gli sportivi

E secondo i book c’è solamente una squadra che è più forte di quella azzurra.

Non mancherà comunque l’appeal, per il torneo più importanti di tennis per nazionali, che si giocherà tra Torino, Madrid e Innsbruck.

Coppa Davis, c’è la variabile infortuni.

Non tutti, perché c’è la variabile infortuni che vede molti big nemmeno convocati. (Il Veggente News)

Ne parlano anche altre fonti

Lo ammetto, quando ho sostituito Matteo avevo pensieri negativi, con l’attesa e la tensione che avevo accumulato pensavo che avrei giocato male. L’Italia celebra la sua meravigliosa annata nella notte dei Supertennis Awards al Teatro dei Ragazzi di Torino ma non può ancora fermarsi a rimirare i prodigi ottenuti con le racchette in mano. (La Gazzetta dello Sport)

Chiaramente tutto questo, di comune con la Coppa Davis com’era nota fino a tre anni fa, ha ben poco: un nome diverso sarebbe senz’altro più adeguato Quelle più note sono il rinvio della fase finale del 2020 al 2021 e la successiva delocalizzazione dei gironi su più sedi. (OA Sport)

Jannik Sinner sarà chiamato a trascinare l’Italia in Coppa Davis. Il giorno successivo è previsto l’incrocio con la Colombia: la vincitrice del girone si qualificherà ai quarti di finale, la seconda classificata dovrà sperare nel ripescaggio. (Eurosport.it)

Tra chi è rimasto in lizza, ci sarà particolare attenzione alla Russia, alla caccia del suo terzo titolo dopo quelli 2002 e 2006. Qualcosa è però cambiato negli ultimi tempi, con il movimento che può vantare tanti giocatori di livello e che già due anni fa, quasi a sorpresa, arrivò in semifinale di Davis. (OA Sport)

La Coppa Davis differisce dunque dalla neonata ATP Cup, che a gennaio metterà invece in palio interessanti punti per il ranking ATP (come aveva già fatto lo scorso inverno, quando la Russia si impose in finale contro l’Italia), generando ancora più interesse negli atleti che decideranno di prendervi parte. (OA Sport)

Gli azzurri ricopriranno il ruolo di mina vagante, a causa dell’infortunio di Matteo Berrettini che ci priva del nostro miglior singolarista. Manca sempre meno alla Coppa Davis 2021, appuntamento che con la sua finale prevista per il prossimo 5 dicembre chiuderà la stagione tennistica. (OA Sport)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr