Soverato, picchiata perche' chiede di essere pagata

Soverato, picchiata perche' chiede di essere pagata
Tiscali Notizie INTERNO

"Episodi del genere non dovrebbero succedere, il rispetto della persona dovrebbe andare al di la' dei soldi.

ServizioDi Salvatore Monteverde

Non doveva succedere un episodio di violenza".

Cosi' l'avvocato Filomena Pedulla' ha commentato la vicenda della sua assistita, una donna nigeriana di 25 anni, che ieri ha riferito di essere stata aggredita fisicamente dal datore di lavoro, il gestore di un lido, dopo avere chiesto di essere retribuita per le ore di lavoro effettuate. (Tiscali Notizie)

Su altre fonti

Nel frattempo, per sua fortuna, il video postato sui social è diventato virale e subito è stata pioggia di solidarietà da parte della Calabria vera e onesta Anche il giorno precedente, subito dopo l’aggressione, ci aveva provato a presentarsi, ma era troppo confusa, sconvolta, con il suo italiano non proprio perfetto aveva difficoltà a spiegarsi. (StrettoWeb)

Un episodio gravissimo che ha portato la giovane a sporgere denuncia alla locale compagnia dei carabinieri. Non c'è cifra che possa essere messa alla pari del rispetto della persona" (Gazzetta del Sud - Edizione Catanzaro, Crotone, Vibo)

Pirroncello, insieme alla moglie Deborah, fanno parte di quella “categoria”, appoggiata da politici mafiosi, che si lamentano di non trovare personale per via del reddito di cittadinanza. In Calabria a questa gentaglia tutto è permesso perché da noi la Legge non esiste, o meglio la legge protegge questi infami, e umilia chi non può difendersi (Iacchite)

Sfruttata e picchiata a Soverato. La denuncia: "Il rispetto della persona oltre ogni cifra" VIDEO

Alle lavoratrici e ai lavoratori di questo settore settore diciamo che insieme dobbiamo provare a cambiare le cose, insieme dobbiamo dire che non lasceremo spazio a imprenditori che fanno queste porcate. (Corriere della Calabria)

Seguono alcune altre fasi concitate e grida di terrore da parte della donna prima che la diretta sia interrotta. Nel minuto di girato rimasto in rete, la donna ha ripreso le fasi dello scontro, prima verbale e poi fisico, con il datore di lavoro. (ilGiornale.it)

Indipendentemente dalla cifra, è la persona che va rispettata. Al di là del caso pratico della cifra, di quello che doveva essere, non doveva succedere un episodio di violenza. (Gazzetta del Sud - Edizione Catanzaro, Crotone, Vibo)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr