Un solo decesso e il vaccino non è Astrazeneca. Chiediamo scusa

Un solo decesso e il vaccino non è Astrazeneca. Chiediamo scusa
Acrinews.it SALUTE

Oggi abbiamo pubblicato la notizia di due decessi di cittadini acresi, specificando che entrambi avevano ricevuto il vaccino Astrazeneca.

Non abbiamo pubblicato dati anagrafici, ne altri dati che possano far risalire alla loro identità, ma chiediamo ugualmente scusa.

Chiediamo scusa anche alla Astrazeneca.

Innanzitutto chiediamo scusa a chi è stato emotivamente coinvolto.

Gli è stato inoculato il vaccino, non è Astrazeneca e la Magistratura ha deciso di aprire un fascicolo per vederci chiaro

(Acrinews.it)

Su altri media

Anche l’Italia potrebbe prendere decisioni simili a seguito di 13 casi sospetti attualmente sotto esame (di cui la metà probabilmente infondati). Secondo l’agenzia di stampa Reuters, citando fonti australiane, Bruxelles ha quest’oggi bloccato l’export di 3,1 milioni di dosi dirette in Australia. (ZON.it)

"Invitiamo il Governo a decidere subito sulla utilizzabilità di AstraZeneca - aggiunge De Luca - per evitare blocchi drammatici nelle somministrazioni". Il disastro comunicativo e le decisioni di altri Paesi stanno determinando una situazione di crollo nelle somministrazioni di tale vaccino". (Adnkronos)

Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania, lancia un appello al Governo sul vaccino AstraZeneca. Queste le sue parole: "E’ urgente che il Governo chiarisca ad horas la utilizzabilità del vaccino AstraZeneca. (NapoliToday)

AstraZeneca, la Ue blocca 3 milioni di dosi per Australia

Cosa causi questo tipo reazione però non lo sappiamo ancora”. Nuove polemiche sul vaccino AstraZeneca. (CheNews.it)

L’avvocato Mario Turrisi di 45 anni di Tusa, una cittadina in provincia di Messina, è ricoverato in gravissime condizioni al Policlinico di Messina. Al policlinico San Martino di Genova è stata infatti avviata la procedura per la determinazione di morte cerebrale per una docente di 32 anni anche lei vaccinata con AstraZeneca (il Giornale)

Il portavoce della Commissione europea, Eric Mamer, interrogato sulla questione non ha voluto confermare. "Non possiamo confermare nessun’altra decisione di bloccare dosi destinate all’export", ha dichiarato. (Metro)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr