Covid 19 e scuola: 8 classi dell'Alto Adige in dad

Covid 19 e scuola: 8 classi dell'Alto Adige in dad
ASSUD INTERNO

La Dad, in realtà, in alcuni insegnamenti rappresenta una difficoltà per lo studente ma anche per il docente.

Dopo poco più di una settimana si paventa di nuovo lo spettro della DaD ma non dovrebbe essere un grande problema.

Otto classi della scuola dell'Alto Adige subito in DaD (Didattica a Distanza) a causa di positività al virus di alunni o docenti.

La scuola è iniziata da pochi giorni ma in Alto Adige ci sono già 8 classi in Didattica a Distanza a causa di positività al virus di alunni o docenti. (ASSUD)

Ne parlano anche altre fonti

Prevista invece la quarantena di 7 giorni per i ragazzi che verranno testati, 10 giorni per i non vaccinati e 14 per quelli che non si faranno testare Chi non aderirà, dovrà andare in quarantena in caso di un compagno positivo. (Oggi Scuola)

Sono diverse le possibilità per attestare le proprie conoscenze linguistiche, per esempio attraverso il superamento di un esame di lingua italiana o tedesca che consiste in una sola prova orale. (Trentino)

“Il ministero alla Salute non ritiene solo utile il nostro screening, ma lo valuta positivo, utile e necessario. I primi casi nelle scuole sono stati scoperti perché le persone, in un modo o l’altro, vengono comunque testate”. (Salernonotizie.it)

Alto Adige: otto classi già in didattica a distanza. Positivi alunni e professori

Vorrei che mi spiegassero perchè nell’arco di tre, quattro mesi non è stato ancora identificato un capitolo di spesa dove allocare le risorse. Ho tantissimi amici e conoscenti - continua - che hanno fatto la seconda dose in farmacia durante la villeggiatura. (Alto Adige)

A livello provinciale ad oggi sono stati effettuati in totale 641.215 tamponi su 237.597 persone. (ladigetto.it)

I primi casi nelle scuole sono stati scoperti perché le persone, in un modo o l’altro, vengono comunque testate”. “Noi siamo i primi ad avere uno screening, anche se – per il momento – solo parzialmente, mentre il programma nazionale deve ancora partire”, dice Kompatscher. (Agenpress)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr