FAKE MADE IN ITALY, SECONDO COLDIRETTI A TAVOLA VALGONO 100 MILIARDI

Tvqui ECONOMIA

Per colpa del cosiddetto “italian sounding” nel mondo, stima Coldiretti, più due prodotti agroalimentari tricolori su tre sono falsi, senza alcun legame produttivo ed occupazionale

A metà della top ten c’è, invece, il salame che a seconda dei Paesi taroccatori acquista denominazioni di origine inventate di sana pianta.

Al settimo posto i Sughi, ma in graduatoria non mancano anche i vini come il Prosecco, il Chianti. (Tvqui)

La notizia riportata su altri media

"È bello ritrovarci, in presenza, dopo due anni di assenza - ha detto il presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana -. Credo che ci vorranno due o tre anni per tornare ai momenti precedenti, speriamo anche di superarli (ilGiornale.it)

Grazie a questo e alla perfetta tracciabilità dell’intero processo produttivo – dal campo al singolo pack – Pasta Armando è certificata “Metodo Zero Residui di Pesticidi e Glifosato”. Lo Chef proporrà alcune ricette per gustare al meglio lo Spaghettone realizzato in collaborazione con Pasta Armando. (Orticalab)

MeteoWeb. Tra i principali clienti del Made in Italy a tavola ci sono gli Stati Uniti che si collocano al secondo posto con un incremento del 3% a luglio. (MeteoWeb)

E si registra anche – continua la Coldiretti – un impatto positivo sulle vendite all’estero della vittorie sportive che hanno dato prestigio all’immagine del Made in Italy”. – L’alimentare Made in Italy fa registrare il record storico nelle esportazioni raggiungendo quota 52 miliardi, mai registrata nella storia dell’Italia, se il trend di aumento del 13% sarà mantenuto. (Cronachedi.it - Il quotidiano online di informazione indipendente)

“Ancora una volta – sottolinea Coldiretti Calabria – le aziende agroalimentari calabresi, facendo sistema e coniugando saperi e sapori sanno proporsi al grande pubblico valorizzando i prodotti Made in Calabria, attraverso uno stretto rapporto tra impresa e cittadini-consumatori. (ItalyNews.it)

Dobbiamo valorizzare i nostri prodotti locali – conclude Ascolese - e incentivare i produttori a ridurre al massimo la loro dipendenza dall’estero per gli approvvigionamenti” Vetrina nazionale per il Molise a Tuttofood, la World Food Exibition in corso di svolgimento alla Fiera di Milano, a Rho. (Termoli Online)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr