Morti bianche, nel 2021 si muore ancora sul lavoro: la storia della 22enne Luana

Morti bianche, nel 2021 si muore ancora sul lavoro: la storia della 22enne Luana
Altri dettagli:
Younipa - il blog dell'Università degli Studi di Palermo INTERNO

La morte inaccettabile di Luana ci ricorda che non si muore solo di Covid.

Ci ricorda l’urgenza di creare ambienti di lavoro tutelanti, in sicurezza, di dar maggiore peso ed importanza alla prevenzione

Morti bianche: vittime inaccettabili. Luana è solo l’ultima vittima di questa piaga silenziosa, delle morti cosiddette bianche che, solo da inizio anno, viaggia al drammatico ritmo di 50 morti al mese. (Younipa - il blog dell'Università degli Studi di Palermo)

La notizia riportata su altri media

Secondo le prime ricostruzioni la giovane sarebbe rimasta intrappolata in un macchinario, un orditoio, dopo essere stata trascinata dal rullo. Esattamente tre mesi fa, il 2 febbraio, nel pratese, a Montale, c'era stato un altro incidente mortale sul lavoro in un'azienda tessile: la vittima, un 22enne, era rimasto schiacciato da una pressa. (leggo.it)

In sostanza due persone ogni giorno muoiono mentre fanno il loro lavoro. Pretendiamo zero morti sul lavoro”. (LaPresse)

Incidente in fabbrica, Luana muore risucchiata da un rullo: era mamma da poco

Tragico incidente in una fabbrica tessile di Montemurlo (Prato): Luana D’Orazio, mamma di 22 anni, ha perso la vita sul luogo di lavoro. Quest’oggi, presso una fabbrica tessile di Montemurlo, in provincia di Prato, si è verificato l’ennesimo caso di morte sul lavoro. (Yeslife)

“Una tragedia terribile che ci addolora profondamente la morte per un incidente sul lavoro a prato di un’operaia tessile di appena 23 anni. L’operaia stava lavorando a un orditoio quando è rimasta agganciata nel rullo ed è stata inghiottita dal macchinario. (Il Riformista)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr