Australia, Facebook si accorda col governo e revoca il blocco alle news

Australia, Facebook si accorda col governo e revoca il blocco alle news
Sky Tg24 ESTERI

Il codice di condotta prevede tuttora trattative tra le piattaforme come Facebook e Google, e le compagnie australiane dei media, per concordare il pagamento stesso", hanno dichiarato i due ministri in un comunicato congiunto.

Il ministro delle Finanze australiano Josh Frydenberg e l'amministratore delegato di Facebook Australia, Will Easton, hanno dichiarato di aver trovato un compromesso su aspetti chiave della legge, fortemente contrastata dalla società di Mark Zuckerberg (Sky Tg24 )

Su altri media

Il codice ora dà due mesi alle piattaforme digitali e agli editori per pattuire la remunerazione delle notizie, prima che scattino gli obblighi di legge. (Wired.it)

Certo ora bisogna capire in che modo questo nuovo scenario impatterà su Facebook. Tecnicamente gli emendamenti consentono al Governo di non applicare la nuova legge sulle piattaforme che firmano accordi commerciali con gli editori, come ha fatto Google recentemente. (Tech Fanpage)

Il ministro delle Finanze, Josh Frydenberg e Facebook hanno annunciato di aver raggiunto un compromesso su aspetti chiave della legge, fortemente contrastata dalla società di Mark Zuckerberg. Il social media si era attirato un coro di critiche internazionali, la settimana scorsa, per la decisione di bloccare la condivisione delle notizie per gli utenti australiani in protesta con il disegno di legge al vaglio nel Paese. (La Stampa)

Facebook, tornano le news in Australia. Accordo raggiunto col governo

Il ministro delle Finanze, Josh Frydenberg e Facebook hanno annunciato di aver raggiunto un compromesso su aspetti chiave della legge, fortemente contrastata dalla società di Mark Zuckerberg. (AGI - Agenzia Italia)

Inoltre, Facebook così come le altre piattaforme hanno ora un mese di preavviso per conformarsi alla legge L’emendamento Subito dopo la decisione sia il governo australiano sia Facebook hanno ricominciato a discutere. (Corriere della Sera)

In sostanza, il governo apporterà "alcune modifiche e garanzie", al momento non meglio specificate, alla legge ritenute cruciali da Facebook, e Facebook si impegnerà ad ampliare gli investimenti e i negoziati per pagare gli editori sui loro contenuti. (HDblog)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr